Bracca garantisce il suo impegno perché, dopo il polo di Alba e dell’Umbria, quello possa diventare il terzo polo nazionale del tartufo”. Lo hanno ribadito oggi il presidente della Commissione regionale “Ambiente” Giosuè Frosio e il presidente della Commissione regionale “Agricoltura” Carlo Saffioti a Palazzo Pirelli, in occasione della presentazione e della del tartufo nero delle . In particolare il tartufo nero della Serina in provincia di sta conquistando mercati e appassionati in modo sempre maggiore riscuotendo grande consenso, al punto da segnalarsi come una delle specie di tartufo nero più pregiate tra quelle raccolte in Italia, tanto da aver ottenuto recentemente significativi riconoscimenti internazionali.

E per contribuire alla sua valorizzazione, alla conferenza stampa in Regione hanno preso parte anche il sindaco del Comune di Marco Muttoni e l’assessore Margherita Molinari, il sindaco di Rosanna Manenti, il presidente dell’Associazione Tartufai Parco dei Colli di Bergamo Giuseppe Ciocchetti, il presidente dell’Associazione Tartufai bresciani Virgilio Vezzola e il professor Oliviero Cresta del distretto “Fontium et ”.

“Siamo consapevoli –hanno evidenziato Giosuè Frosio e Carlo Saffioti- di come il tartufo nero costituisca per la una ulteriore possibilità di ed enogastronomica, e al tempo stesso di come possa rappresentare una significativa promozione dell’eccellenza lombarda in ambito internazionale. Per questo come istituzioni ci sentiamo fortemente impegnate a sostenere e far conoscere questa importante risorsa”. Durante la conferenza stampa è stata illustrata la manifestazione che sarà organizzata a Bracca domenica 30 settembre, quando sarà realizzato “un percorso enogastronomico e sensoriale del tartufo nero della Val Serina” con una mostra mercato appositamente dedicata. In mattinata la sala polivalente comunale ospiterà un convegno a tema, mentre nel pomeriggio, dopo il pranzo a base di tartufo nero nei ristoranti locali, saranno organizzate visite alle tartufaie della zona, dimostrazioni di ricerca con cani da tartufo e degustazioni gratuite. Durante la manifestazione, esperti delle associazioni saranno presenti per illustrare le varie fasi di sviluppo de tartufo, dove cresce, i metodi di ricerca e di raccolta, mentre nelle sale del Comune verranno proiettate immagini che illustrano le varie specie, la loro ecologia, i periodi di maturazione ed il ciclo biologico che si svolge completamente sotto terra.

http://www.valbrembanaweb.com/valbrembanaweb/manifestazioni/settembre_2012/Tartufo-Val-Serina.pdf