Zogno – Due nuovi laboratori (uno di meccatronica e uno di informatica) saranno inaugurati domani, alle 10,30, all’istituto tecnico di , parte del polo scolastico Turoldo. I laboratori, una trentina di postazioni ciascuno, sono stati donati da Confindustria e dalla ditta Indeva di , mentre l’Associazione artigiani ha provveduto all’impiantistica elettrica. «I laboratori – spiega il preside Gualtiero Beolchi – sono il frutto di una collaborazione nata quando si decise l’apertura dell’indirizzo di meccatronica. L’istituto tecnico è partito con la riforma lo scorso anno, una novantina di studenti su 1.280 del polo: noi abbiamo i laboratori pronti un anno in anticipo e sapremo farne buon uso.

Il laboratorio di informatica è a disposizione di tutto il polo, con priorità però per l’istituto tecnico. Scaglia Indeva, soprattutto nella persona dell’ingegner Stefano Scaglia, ci è stata vicina per tutto il percorso e gliene siamo grati. Non solo per l’impegno materiale a favore della scuola, ma per aver lavorato con noi anche in altre direzioni: la didattica, l’alternanza scuola lavoro. Tutti fattori che ci permettono di avere una vera scuola tecnica di , che offre prospettive agli studenti perché intonata con la realtà produttiva locale. La gente della non ha mai avuto paura di lavorare. Il salto di qualità è dato dalla qualificazione, e ora è possibile».

«Noi crediamo – sottolinea da parte sua Stefano Scaglia – che il vero vantaggio competitivo stia oggi in personale formato in grado di seguire l’azienda nelle nuove sfide. Se vogliamo restare in valle, per noi è essenziale poter contare su uomini e infrastrutture. Abbiamo cominciato questo discorso anni fa con il patto dei sindaci e con la Provincia e devo dire che le promesse sono state mantenute, compresa la variante di Zogno. Siamo tutti d’accordo che per mantenere vitale il territorio, la scuola tecnica è un punto centrale, perché i professionali non bastano. In questa direzione l’assessore provinciale Zucchi ha lavorato molto e le aziende sono contente di aiutare la scuola».

I laboratori saranno intitolati al fondatore della Scaglia e sono un investimento a lungo termine, come sempre è la formazione. Ma i promotori sono sicuri che tornerà a vantaggio di tutti. La collaborazione con l’Associazione artigiani, l’istituto, Confindustria Bergamo è un modello organizzativo che non sarà lasciato cadere. «Ringrazio in particolare – conclude Scaglia – Aldo , tecnico in pensione della Indeva, che ha seguito per noi con passione tutto il progetto. Credo che in un mondo globale sia bello sentire di far parte di una comunità».

Susanna Pesenti – L’Eco di Bergamo

Alberghi, pizzerie, ristoranti, appartamenti a ZognoFotografie immagini di ZognoEscursioni sui sentieri di ZognoManifestazioni a Zogno in media Valle Brembana