orobiemeteoAnalisi: la giornata odierna sarà per lo più una giornata di attesa, il sole in molte località del Nord Italia (soprattutto montane e collinari) farà la sua comparsa dopo giorni per lo più uggiosi e nebbiosi. Già dalla serata/ nottata nuova intensificazione della nuvolosità partendo da Ovest verso Est per l’avvicinarsi di una profonda saccatura Nord-Atlantica che condizionerà in parte il tempo di domani Domenica 29 Novembre e soprattutto quello di Lunedì 30 Novembre. Passiamo a un’analisi più dettagliata delle varie parti delle due giornate.

Domenica (29-11) mattina: primi deboli rovesci confinati per lo più sui settori occidentali della regione e nell’area orobica con Zero Termico a 1800 m e quota in Alta sui 1500-1700 m.

Domenica (29-11) pomeriggio: per la prima parte del pomeriggio situazione che non dovrebbe modificarsi di molto rispetto a quella della mattinata con fenomeni con potrebbero ora coivolgere pure la Bassa e Media Valle Brembana oltre che alla . Sul tardo pomeriggio (inizio serata) invece situazione che dovrebbe peggiorare molto velocemente e primi veri millimetri in Valle e sulle Orobie con correnti al suolo che iniziano a giare verso SE (scirocco)..Zero termico a 1800 e quota neve a 1400-1600 m.

Domenica (29-11) sera: si accentua il richiamo sciroccale e quindi Prealpi e zone ridosso a esse più favorite per vedere un bel pò di millimetri con precipitazioni a carattere sopratttutto di rovesci (me li aspetto anche belli intensi dalla serata di Domenica), grazie all’accentuarsi del richiamo sciroccale ero termicoche sale a 2000-2200 m e quota neve sui 1600-1800 m in Alta Valle (viste le precipitazioni intense che dovrebbero esserci).

Lunedì (30-11) mattina: situazione ancora molto favorevole alle nostre zone grazie al persistere di un ottimo richiamo sciroccale, dalla tarda mattinata inizierà ad affacciarsi da Ovest aria ben piu fredda che tende a seguire il minimo quando esso trasla verso Est.. zero termico a 1800-2000 m e quota neve sui 1400-1600 m con rovesci intensi.

Lunedì (30-11) pomeriggio: l’aria fredda trasla sempre più verso Est coinvolgendo ora pure le nostre zone (soprattutto sul tardo pomeriggio)..termiche in netto calo.. ZT a 1600 m e neve a 1300-1500 m.

Lunedì (30-11) sera: situazione molto interessante nel senso che l’aria fredda afflusice sempre più decisa sulle nostre zone e quindi calo drastico della quota neve, l’unico punto interrogativo (non di minore importanza, anzi) è lagato alle precipitazioni..quanto dureranno queste prima che il tutto trasli troppo a Est per coinvolgere le nostre zone?.. solitamente ben poco anche se la possibilità di vedere qualche fiocco di neve (difficile fare accumulo.. al massimo una spruzzata) a 1000 m in Alta Valle è concreta.

In definitiva mi aspetto circa un centinaio di millimetri di pioggia per le Prealpi/Alta Valle, qualcosa in meno per la Media/Bassa Valle.. con più di un metro di neve a 2000 m.. più in basso è difficile prevedere quantitativi nivometrici vista la difficoltà nel localizzare la quota neve nelle fasi più intense del peggioramento..

POSSIBILE SUCCESSIVA EVOLUZIONE: le giornate di Martedì 1 e Mercoledì 2 saranno due giornate di transizione e (forse) di attesa, il cielo spesso sarà sereno o poco nuvoloso con termiche in calo sia nelle messime che nelle minime. Per Giovedì 3, come già detto nei precedenti aggiornamenti, qualcosa si stà muovendo, sembrerebbe entrare da Nord Ovest una -2 a circa 1450 m, l’unica cosa che mi lascia perplesso nel run 00Z di Gfs è la posizione di quel minimo sul Ligure (si vede bene dalla mappa postata sotto) troppo basso per portare precipitazioni significative sulle nostre zone.. sarebbe coinvolta più la parte Sud-Occidentale della Regione e Piemonte.. ma margini di miglioramento ce ne sono eccome (siamo a 150 h di distanza).

CARTINE E PREVISIONI LIVE DALLE ALPI E PREALPI OROBIE BY PIERGIUSEPPE DONADONI