Piazza Brembana – La comunità dell’alta Brembana si appresta a rinnovare il ricordo della tragedia di che si consumò sulle rive del Don, sul fronte russo, negli ultimi giorni del gennaio 1943, della quale furono vittime diverse migliaia di soldati italiani, in gran parte alpini. Anche la Brembana pagò un pesantissimo tributo di vite umane. La manifestazione viene proposta ogni anno dal 1969 dai gruppi alpini altobrembani ed è voluta appunto per ricordare le penne nere del fronte russo, quelle che non tornarono e quelle che sono sopravvissute alla tragedia. I gruppi alpini altobrembani contano ancora sette reduci: Antonio , Basilio Gervasoni, Fortunato Lazzaroni, Giovanni Migliorini, Alessandro e Pasquale Paleni. Loro ed eventualmente altri reduci che arrivassero da fuori saranno stretti in un affettuoso abbraccio.

La manifestazione – che è ospitata quest’anno da – è stata aperta sabato scorso dal prologo proposto al teatro parrocchiale con una serata di letture, di racconti in tema e di cori alpini. Appuntamento sabato sera con il momento folk alla tensostruttura alla stazione autobus. Domenica la conclusione con la manifestazione d’arma che farà seguito alla gara sciistica di fondo a : adunata delle penne nere alle 14 nei pressi della tensostruttura sul piazzale autobus, per le vie del paese accompagnata dalle esecuzioni della fanfara alpina di Rogno con omaggio al monumento ai Caduti, Messa del ricordo, discorsi e premiazione degli atleti.

L’Eco di

http://forum.valbrembanaweb.com/manifestazioni-valle-brembana-f90/trofeo-nikolajewka-piazza-brembana-2012-t5796.html