L’ex professionista su e oggi opinionista televisivo ha pedalato sulle strade bergamasche che ospiteranno il Giro d’Italia 2011, per le consuete riprese video che presenteranno la tappa del giorno successivo sui canali RAI. Il giudizio di Cassani sulla parte finale della tappa che si conclude in è di estrema prudenza: «Una frazione che potrebbe riservare sorprese». A fargli compagnia che il 26 maggio vedrà l’arrivo della corsa rosa nel suo paese di . È una macchina lanciata quella dell’organizzazione del Giro d’Italia 2011 che ha fatto tappa a , per il consueto sopralluogo televisivo di Davide Cassani e della troupe RAI.

Come da tradizione l’ex professionista su strada e oggi commentatore tecnico del ciclismo dell’emittente nazionale, è tornato a vestire i panni del ciclista per pedalare sulle strade che verranno attraversate dal prossimo Giro d’Italia. A fargli compagnia in questo sopralluogo delle tappe c’è stato Ivan Gotti, il due volte maglia rosa, che quest’anno è particolarmente soddisfatto per l’arrivo dei girini nel suo paese, San Pellegrino Terme. «Abbiamo lavorato tanto con Promoeventi Sport per portare il Giro d’Italia in e in particolare in , e siamo estremamente soddisfatti di questo traguardo – commenta Ivan Gotti – perché la corsa a tappe più importante d’Italia ritorna a San Pellegrino dopo 34 anni». È stata certamente la salita di Ganda che ha attratto le attenzioni di Davide Cassani tanto da fargli dire: «è certamente una tappa da non sottovalutare perché un allungo su questa ascesa potrebbe consentire una fuga decisiva soprattutto con la parte di tracciato insidiosa verso il traguardo di San Pellegrino». Infatti, dopo aver scollinato a Ganda mancano ancora una trentina di chilometri, una distanza sufficiente per dare anche una scossa alla classifica generale.

Promoeventi

http://forum.valbrembanaweb.com/cicloturismo-mountain-bike-valle-brembana-f54/giro-italia-2011-valle-brembana-t4810-18.html

Hotel, Alberghi e Appartamenti San Pellegrino TermeFotografie San Pellegrino Terme
EscursioniManifestazioniI Tesori del LibertyCartoline antiche