Nome scientifico: Leccinum carpini, la specie tra le più diffuse nella macchia mediterranea alle nostre latitudini, per aspetto più vicina è Leccinum scabrum, il qule però ha la carne bianca e immutabile al taglio e cresce esclusivamente sotto alle Betulle.

In Valle cresce in estate-autunno talvolta a gruppi anche numerosi nei boschi di latifoglie, in particolare sotto carpini, querce, castagni, faggi e noccioli.

Cappello 4-16; bruno-fuligginoso; glabro, cuticola un po’ viscida a tempo umido, a tempo secco si corruga e si screpola; cuticola vellutata, sporgente oltre l’orlo e il cappello; non decorticabile.

Gambo alto e robusto, intozzato verso il basso; fibroso; biancastro, rivestito di scabrosità filamentose cinerognole, nerastre nei maturi. Carne duretta negli esemplari molto giovani, presto flaccida; biancastra; all’aria diviene rapidamente rosea, poi grigia; nerastra quella del piede.

Funghi in Valle Brembana, Leccinum Carpini – Albaröl – Gambéta – Gambarél – Gambaröl

in tempo reale la situazione Funghi in Valle Brembana