commestibile per il suo profumo intenso ed il sapore ottimo, in Valle si trova nei boschi di latifoglie e abeti a fine estate-autunno. Il Boletus reticulatus (sinonimo Boletus aestivalis) si riconosce, oltre che per il cappello molto chiaro e screpolato in aureole, per la carne quasi spugnosa.

Il cappello misura fino a 20 cm di diametro, cuticola secca, tomentosa, facilmente screpolata o fessurata, di colore uniforme, nocciola, bruno-rossiccio, anche bruno-scuro. Tubuli bianchi, poi giallo – verdastri.

Pori piccoli, concolori, immutabili al tocco. Gambo raramente obeso, più sovente cilindrico-clavato, spesso incurvato, da subito beige-brunastro-pallido e con reticolo biancastro fino quasi alla base che è arrotondata o anche un po’ radicante. Carne bianca, immutabile, cedevole alla pressione negli esemplari maturi, un po’ stopposa nel gambo…

Funghi in Valle Brembana, Boletus Aestivalis – Boleto reticolato

in tempo reale la situazione Funghi in Valle Brembana