Valtaleggio – La posa del ponte metallico mobile è tecnicamente fattibile. I sopralluoghi sulla caduta lo scorso 19 marzo sulla provinciale della Val , tra Olda e , hanno dato esito positivo. La Provincia ha deciso che, in attesa di una soluzione definitiva, verrà installato un ponte tipo Bailey (consentirà il senso unico alternato dei veicoli, compreso lo scuolabus). L’incognita, non ancora risolta ieri, era quella dei fondi. Per la posa dovrebbero servire circa 200 mila euro (comprensivi di bonifica di parte della frana), anche se per ora i costi non sono stati quantificati esattamente. Soldi che bisognerà trovare nelle pieghe del bilancio provinciale.

«Da un punto di vista tecnico abbiamo verificato che l’installazione del ponte è possibile – spiega l’assessore alla Viabilità Giuliano Capetti –. Sarà posato nello stesso punto in cui la scorsa estate era già stata messa la passerella pedonale. Dovremo naturalmente allargare le spalle. Quindi quantificare i costi. A quel punto porteremo la soluzione nella Giunta di settimana prossima, poi da qualche parte dovremo reperire i fondi». «Il ponte utilizzato sarà quel lo di proprietà della Provincia, attualmente in magazzino a Calcinate e lungo 45 metri – aggiunge il dirigente del settore Viabilità Renato Stilliti –. I costi sono legati alla posa e allo smontaggio, per i quali occorrono gru speciali che lo scorso anno abbiamo fatto arrivare da Torino. E poi i lavori per l’ampliamento delle spalle. Si dovrà fare un preventivo, ma indicativamente i costi dovrebbero essere intorno ai 200 mila euro». La decisione, quindi, non prima di settimana prossima.

«A oggi sappiamo che il ponte metallico si può installare – aggiunge il sindaco di Taleggio – ma non saprei dire se i soldi ci sono. Sono certo che la Provincia saprà trovarli, non possiamo la quelsciare divisa in due la valle con tutti i disagi che si sono determinati». Il ponte metallico, peraltro, dovrebbe essere solo una soluzione provvisoria. «La Provincia ha inviato alla Regione una richiesta di finanziamento per la messa in definitiva della frana di circa un milione e 200 mila euro – prosegue il sindaco –. L’idea è quella di realizzare un ponte nuovo e la speranza è che si possa fare entro un anno. Nel 2015, con l’, Peghera è stata inserita nell’itinerario per Palma il Vecchio.

Farsi trovare con un ponte mobile non sarebbe un bel biglietto da visita. Ed è importante non abbassare la guardia. Non vorremmo che l’eventuale ponte metallico, visto che ripristinerà il traffico, allunghi poi i tempi per la soluzione definitiva». Nel frattempo i disagi proseguono, per le aziende che quotidianamente hanno contatti con il resto della valle, per la posta (ora a giorni alterni), il medico e per la scuola. Da oggi, dopo 21 anni, riaprirà la sede dell’ex elementare di Peghera. I sette alunni frequenteranno da lunedì a giovedì, mentre venerdì dovranno comunque tornare nella sede di Olda percorrendo tra andata e ritorno 92 chilometri.

Giovanni Ghisalberti – L’Eco di

Alberghi, hotel, ristoranti e appartamenti a Taleggio
Fotografie, immagini di Taleggio
Escursioni sui sentieri di Taleggio
La Valle Taleggio – Prealpi Orobiche
Cartoline, immagini antiche di Taleggio
Itinerari, percorsi di Scialpinismo a Taleggio
Manifestazioni, eventi a Taleggio