Orobie – Dopo un fine ed inizio settimana dai “connotati” atmosferici primaverili, sempre per merito della presenza “anomala” ’Alta pressione nord-africana, ci attende un brusco cambio circolatorio, dapprima a scala europea, poi anche verso le nostre . Sarà una manovra a “tenaglia”, tra un fronte atlantico proveniente dalla vicina Iberia ed un nucleo freddo “frutto” dello splittamento del Vortice Polare. L’Alta pressione sub-tropicale dopo assidue giornate di “presenza” sul Mediterraneo e anche sulle , si spingerà verso l’alto Atlantico, “solleticando” il Vortice Polare, e causando il suo “splittamento”.

Una parte del Vortice Polare si “dirigerà” verso gli U.S.A, l’altro inizierà a scendere verso gli Stati orientali euopei, e nella giornata di Sabato 27 Ottobre raggiungerà anche le nostre Orobie. Dapprima nella giornata di Venerdì 26 Ottobre sarà il fronte atlantico a riportare le piogge sulle Orobie, con quota inizialmente sotto i 2000 metri di quota. Ma nella notte tra Venerdì e Sabato il fronte atlantico in transito sulle Orobie, sarà “alimentato” dalla aria fredda di origine artica, e la giungerà fino ai 1000 metri sulle Orobie, perfino anche sotto questa quota.

Nella giornata di Domenica 28 Ottobre il fronte atlantico lascerà le Orobie, accompagnato da forti venti settentrionali ed un calo termico incisivo di almeno 10°C. Le temperature massime non supereranno i 12°C, mentre le minime potrebbero toccare o sfiorarare i 2-3°C, da stagione Invernale! Dopo il passaggio perturbato tra Venerdì 26 e Domenica 28 Ottobre, rimarrà “aperta” una grossa ferita nel Mediterraneo, in concomitanza con una “posizione” dell’Alta pressione oceanica ben “defilata” sull’Alto Atlantico. dopo una breve pausa nella giornata di Lunedì 29 Ottobre, tornerà nuovamente instabile, a causa dell’arrivo di un fronte atlantico. Per le Festività di Ognissanti si prospettano nuove giornate instabili, in un contesto termico molto fresco.

Porro Fabio, collaboratore Orobie Meteo