Festa_della_MusicaSan Pellegrino Terme – Anche quest’anno la Federazione italiana costruzioni e affini e la Federazione agricola alimentare ambientale e industriale della CISL celebrano la tappa della festa della musica a San e lo faranno con un appuntamento di due giorni, il 21 e il 22 giugno. Dopo il successo dell’edizione dello scorso anno, in contemporanea con centinaia di città in tutta Europa, la località accoglierà l’arrivo dell’estate con una grande festa durante la quale si esibiranno musicisti di vari generi, professionisti e no, su palcoscenici inusuali e spontanei. L’edizione del 2012, in tutta la penisola, ha visto il coinvolgimento di ben 54 città, con una presenza stimata di pubblico pari a 300 mila persone, 2 mila iscrizioni di artisti e oltre 500 palchi allestiti.

L’iniziativa è nata in Francia il 21 giugno 1982, giorno del solstizio d’estate, in una notte pagana che richiama l’ delle feste di San Giovanni. È prima di tutto una festa popolare gratuita, aperta a tutti coloro che desiderano esibirsi, ed a tutti i generi musicali. Il successo dell’evento è immediato e spontaneo. In meno di 20 anni la Festa diventa un avvenimento mondiale e uno dei simboli dell’unione culturale tra i Paesi e i popoli. Dalla sua nascita, trenta anni fa, la festa della musica si propone di offrire un palcoscenico ai giovani musicisti, di stimolare l’ascolto, la pratica e lo studio della musica, di favorire l’incontro tra culture e generi. La manifestazione intende promuovere i patrimoni culturali europei, far conoscere, condividere ed apprezzare la straordinaria vitalità e la diversità del mondo musicale in Europa e allo stesso tempo promuovere la pratica musicale e la musica viva.

I segretari generali di FAI e FILCA Mazzola e Gabriele Mazzoleni commentano: “L’edizione del 2013 della festa della musica ci vedrà di nuovo protagonisti, perché riteniamo che questa manifestazione costituisca un momento prezioso e irrinunciabile per un sindacato che vuole incontrare le giovani generazioni. È anche attraverso questi momenti che si può creare un’occasione di grande democrazia e partecipazione, sfruttando la musica che è uno straordinario mezzo di comunicazione universale. Il messaggio che vogliamo trasmettere è che il sindacato, in qualità di associazione fatta di persone e che affonda la sua forza anche nel volontariato, è un’opportunità importante di impegno comune. Questa occasione, tra l’altro, dimostra la grande vicinanza che esiste sul nostro territorio tra le due categorie, in vista del futuro accorpamento”.

Bergamo NEWS