SONY DSCSerina – Il giovane neolaureato Andrea Tiraboschi ha dato del filo da torcere al veterano leghista . Ma la sua grande aspirazione di «Futuro & Tradizione» non è bastata a sfilare al già vicesindaco e assessore, la nuova poltrona di primo cittadino di . Dopo una campagna elettorale ad alta tensione, segnata da una vigilia a colpi di denunce e insulti, l’esito delle urne ha decretato vincitore Giovanni Fattori con 864 voti contro i 540 per il giovane candidato della lista civica concorrente. Assessore al Turismo e Sport dal 2003 al 2008 e vicesindaco dal 2008, oltre che attuale assessore al Turismo e vicepresidente della Valle , il nuovo sindaco non riesce a nascondere un entusiasmo alle stelle.

«Una felicità immensa – ha dichiarato Fattori, appena saputo dell’esito dello spoglio –. Un successo che arriva a coronamento di un lungo percorso amministrativo impegnativo, ma ricco di molte soddisfazioni. Continueremo il lavoro svolto negli ultimi anni con l’appoggio di alcune persone nuove, che hanno dato la loro massima disponibilità e fiducia: per me è stata la gratificazione più grande, segno di un lavoro ben fatto negli anni». Nella nuova di Fattori ci sono due volti nuovi: Michel Moschetta, 28 anni, e Gianluigi , capogruppo degli di Serina. Festa doppia invece per il sindaco uscente Michele Villarboito, risultato vincitore sia come consigliere di Serina sia come sindaco di , che però ha già espresso la volontà di dimettersi da consigliere per ricoprire il ruolo di sindaco: al suo posto sarà nominato Martino Epis, già onsigliere comunale. «La Giunta sarà formata da due assessori e dal sindaco – continua Fattori –. Orfeo Damiani (assessore anche lui in Comunità montana come Fattori, ndr), già sindaco di fino al 2004, sarà nominato assessore esterno ai Servizi, mentre Angelo Cortinovis sarà il nuovo vicesindaco». Fattori sta già pensando al lavoro che lo aspetta in municipio. «Innanzitutto lavorerò per riportare un clima di serenità all’interno della nostra comunità – ci tiene a precisare –. Apriremo subito un dialogo costruttivo con l’intero Consiglio comunale per estirpare un clima negativo nei nostri confronti che si è creato negli ultimi anni. Dopodiché si lavorerà all’approvazione del Pgt e alla predisposizione delle funzione associate dei Comuni, oltre a un grande impegno nel settore dei servizi sociali e alla persona, perché ritengo che la più grande “opera pubblica” di un amministratore sia quella di far vivere al i suoi concittadini».

Soddisfatto dei 540 voti ottenuti dalla sua lista, Andrea Tiraboschi, 25 anni, consigliere di minoranza uscente, sottolinea che «la Lega ha avuto un forte calo di voti, rispetto ai circa 1.200 della precedente tornata elettorale. Il nostro gruppo è partito da zero e per essere una «lista di ragazzi» siamo convinti di aver fatto un ottimo lavoro per il nostro paese». Tiraboschi che oltre all’impegno amministrativo, da neolaureato in Economia deve pensare anche alla sua carriera lavorativa, si dichiara pronto a «lavorare e dialogare con la maggioranza, con cui ho avuto già un primo contatto e a cui ho chiesto che in occasione del primo Consiglio comunale si esprima solidarietà a Francesca Scanzi». Per Tiraboschi, che sarà affiancato da Valeria Fagioli, architetto di 28 anni, «è un buon inizio per costruire il futuro di Serina».

Gabriella Pellegrini – L’Eco di Bergamo

Serina