Zogno – Parcheggi, marciapiedi e arredo urbano in arrivo a , con 1.350 abitanti la più popolosa frazione di . L’amministrazione comunale ha indetto la gara d’appalto presentando l’intervento, per una spesa di 400 mila euro, in un’assemblea pubblica. Afferma in proposito il sindaco Giuliano Ghisalberti: «Per l’intervento si deve correttamente parlare di valorizzazione della frazione che ha già un buon livello residenziale e urbanistico. Ma occorre migliorare, perché merita qualche attenzione particolare».

L’accordo con la parrocchia
Della sostanza progettuale dell’intervento parla l’assessore ai Lavori pubblici Lino . «Il progetto redatto dall’ingegner Riccardo Sonzogni – spiega – si basa su tre presupposti: la , la funzionalità e la miglioria ambientale. La fa riferimento alla sistemazione del viale di accesso al cuore urbano della frazione sul quale attualmente c’è commistione pericolosa fra il traffico pedonale e quello automobilistico. Si provvederà alla costruzione, sul lato sinistro salendo da Zogno, di un marciapiede che correrà tra il parcheggio adiacente al parco giochi e il parcheggio antistante la scuola, con collegamenti di tratti già esistenti e passaggi pedonali in davanti al sagrato della chiesa. La funzionalità sta nella riorganizzazione della sosta sempre nella zona della chiesa e nella realizzazione di nuovi 20 posti auto».

E aggiunge: «Complessivamente i posti auto saranno 28 con un parcheggio su due livelli dietro la chiesa; realizzazione, quest’ultima, che si è resa possibile grazie a un accordo con la parrocchia. Infine l’aspetto ambientale: ci si riferisce ai materiali, tipo cordoli in granito, e ancora a elementi ornamentali quali illuminazione, panchine, fontanella di disegno moderno e in acciaio inossidabile, nonché alla realizzazione di accessi possibili pure ai disabili al monumento ai Caduti che fronteggia la chiesa».

Lavori pronti a partire
Per quanto concerne i tempi di realizzazione, si parla di 150 giorni lavorativi dalla consegna del cantiere, che avverrà sicuramente entro quest’anno essendo già state attivate le procedure d’appalto dell’opera. Il cantiere, per limitare i disagi alla popolazione e al traffico, si articolerà in un cronoprogramma che prevede la costruzione dei parcheggi, la sistemazione del complesso monumentale e la realizzazione del marciapiede, con realistica previsione di conclusione dell’intervento prima della prossima estate.

Sergio Tiraboschi – L’Eco di