Orobie – Un Santo Natale “innevato” non è una “rarità”, ma in questi in giorni alcuni modelli previsionali ci avevavo “annunciato” e diciamolo anche un pò “illuso” per l’evoluzione nevosa. Il “lago” gelido che si era formato e ben “conservato” a pochi kilometri dalle , dalla Penisola Balcanica fino alla Russia, sembrano inizialmente che potesse “interagire” con un fronte atlantico proprio tra il pomeriggio e la serata del Santo Natale, aggiungendo un pò di “magia” nevosa.

Ma tutto “l’impianto” nevoso è stato “smantellato” da una temporonea, ma energica rimonta aria calda di estrazione marocchina/algerina, che dal Mediterraneo occidentale si porterà verso la nostra Penisola, con interessamento anche del comparto orobico. Le temperature subiranno un generale forte aumento più sensibile in , dove anche grazie al tempo soleggiato si raggiungeranno valori diurno superiori alla media fino ad oltre 10°C. Persino lo raggiungerà sulle valori estivi, oltrepassando i 3000 metri di quota!

Difatti già a partire da Domenica 23 Dicembre le Orobie risentiranno della aria calda di origine nord-africana, con massime persino che toccheranno i 8°C, e lo zero termico oltre i 3000 metri. Avremo un pò di nubi, e solo qualche precipitazione all’alba, mentre i venti proverrano da ovest-nord-ovest.

VIGILIA DEL SANTO NATALE
La perturbazione atlantica inizia ad avvicinarsi alle Orobie, prime piogge in serata, attorno ai 3000 metri

SANTO NATALE
Tempo perturbato per l’intera Festività, con piogge da moderate a forti, quota neve in calo fin verso i 1300 metri in serata. Temperature che rientrano finalmente nelle medie stagionali, massime tra 6/7°C, minime attorno a 6°C.

SANTO STEFANO
Residue piogge al mattino, neve attorno ai 1300 metri. Migliora dal pomeriggio. Temperature nuovamente in ripresa, massime vicine ai 9°C.

EVOLUZIONE PER I PROSSIMI GIORNI
Clima sempre mite, temperature “extra” stagionali, con massime vicine ai 11°C, tempo nel complesso soleggiato, fino a Venerdì 28 Dicembre, salvo qualche passaggio nuvoloso e qualche pioviggine tra Giovedì e Venerdì. Un probabile ritorno a condizioni più “invernale” è previsto solo per l’inzio del nuovo anno, quando correnti fredde artiche inizieranno nuovamente ad interessare le Orobie, e la neve potrebbe ritornare a quote molto basse.

Porro Fabio, collaboratore Orobie Meteo