Scuola campanaria RoncobelloInsoliti spettatori hanno assistito all’ultimo concerto degli allievi della Scuola di Roncobello. Tra il pubblico, infatti, 25 appassionati di concerti campanari di Ipswich, vicino a Londra. Gli inglesi erano da giorni in vacanza in Lombardia e hanno quindi deciso di raggiungere per apprezzare di persona l’ bergamasca. Nel pomeriggio sono stati accolti dal suono «a corda» e «a martello» delle campane della parrocchiale. All’insolita accoglienza è seguita una cena con gli allievi, le loro famiglie e il maestro della scuola campanaria Luca Fiocchi.

La sera, nella sala polivalente, il concerto con brani della tradizione bergamasca del suono campanario a tastiera, eseguiti e arrangiati per campanine, violino, mandolino, chitarra, organetto diatonico, ocarina e altri strumenti. Nel gruppo degli inglesi, composto da appassionati al , c’era anche il presidente dell’associazione campanaria di Ipswich, Stephen Pettwan. Insieme ad altri tre amici, Pettwan ha suonato durante il concerto una melodia tradizionale con le campanelle, vere e proprie campane in miniatura. A conclusione del concerto, presentato in lingua italiana e inglese dal maestro Fiocchi, un lungo applauso ha introdotto le parole di ringraziamento agli allievi della scuola e al pubblico inglese. «La loro presenza – ha detto Fiocchi – deve rendere orgogliosi i nostri ragazzi che stanno dando un futuro a questa tradizione».

Tanti gli omaggi di ringraziamento al gruppo proveniente dall’Inghilterra per la presenza. Dal Comune un libro e un quadro e, tra gli altri doni, le campanine, strumento della Scuola campanaria, ma anche simbolo che unisce due Paesi in un’antica e sempre nuova tradizione.

Eleonora Arizzi – L’Eco di

Alberghi, Ristoranti e Appartamenti RoncobelloFotografie Roncobello
EscursioniManifestazioniCartoline anticheScialpinismo Roncobello