San Pellegrino Terme – Il torneo di calcio giovanile «Coppa » diventa sempre più internazionale: giunto alla quarta edizione, il minicampionato per la categoria esordienti (classe 1998), vedrà allo stadio comunale di San Pellegrino anche il Manchester City, lo Spartak Mosca e l’Helsinki (quest’ultima già presente lo scorso anno). Fischio d’inizio, dunque, questa sera, alle 21,30, dopo la sfilata di tutte le squadre che si terrà in centro alla cittadina termale dalle 20. Oltre alle squadre straniere in campo anche Milan, AlbinoLeffe, Ponte San Pietro Isola, Inter, Atalanta, Torino, Sarnico, Valle Brembana e Valle Seriana.

L’incontro inaugurale di stasera sarà tra Inter (vincitrice lo scorso anno) e Valle Seriana. Domani e sabato, quindi, partite dalle 9 fino alle 22,30 per le qualificazioni alle finali. Domenica pomeriggio, invece, dalle 14,30, le finali. La finalissima si disputerà alle 19,15. La squadra ospitante della Valle Brembana sarà composta da Raffaele Cacace, Marco Milesi, Manuel Scanzi, Paolo Baronio, Michele Codazzi, William Daiwes, Daniele Pesenti, Luca Dentella, Antonio Bennato, Marco Marco, Matteo Giupponi, Demis Bagini, Francesco Milesi, Giacomo Colombi, Daniele Palazzini, Andrea Belotti, Rachele Bonaldi, Kevin Quadri, Daniel Galizzi e Dario Belotti. Disputerà la prima partita domani alle 10,10. Durante il torneo, nella cittadina termale, sarà presente un trenino per portare i tifosi dal centro allo stadio.

Il torneo, organizzato da un apposito comitato con l’Unione sportiva San Pellegrino, la casa di cura Quarenghi e l’Asd Valle Brembana, nasce per ricordare la figura di Angiolino Quarenghi, medico sportivo dell’Inter di Helenio Herrera. Durante il soggiorno dell’Inter a San Pellegrino, infatti, il figlio di Herrera si infortunò a un braccio e venne accompagnato alla clinica Quarenghi dal massaggiatore. Angiolino Quarenghi lo prese in cura ed Herrera, colpito dalla sua professionalità, gli propose di entrare nel suo staff tecnico. Quarenghi divenne così il medico della grande Inter per 17 anni, nei quali vide vincere quattro scudetti, due Coppe campioni, due Coppe intercontinentali. Nel 1964 divenne responsabile della conduzione sanitaria dell’Oransoda Cantù, squadra di pallacanestro. Nel 1970 entrò nella squadra di atletica della Snia Viscosa di Milano che seguì fino al campionato europeo di Atene nel 1982.

Molti atleti si misero nelle sue mani per gestire le loro risorse psicofisiche: tra questi Felice Gimondi, Giacomo Agostini, Sara Simeoni, Piercarlo Ghinzani e Agostino da Polenza.

L’Eco di Bergamo

Hotel, Alberghi e Appartamenti San Pellegrino TermeFotografie San Pellegrino Terme
EscursioniManifestazioniI Tesori del LibertyCartoline antiche