Costa Serina – Silverio Signorelli di Bergamo ha vinto, con la poesia «Oltime note d’amur» («Ultime note d’amore») l’ottava edizione del concorso di poesia dialettale di organizzato dall’amministrazione comunale con il patrocinio del «Ducato di Piazza Pontida». La lirica vincente è stata scelta tra le 44 che hanno partecipato al concorso. In totale i poeti che si sono iscritti sono stati 27: ogni partecipante poteva al massimo presentare due poesie. Al secondo posto Albino Zanella di Bergamo con la poesia «Regordi» («Ricordi») mentre al terzo Luigi Medolago di Boltiere con «Come farèss?» («Come farei?»). La giuria, presieduta da Piero Marcellini del Ducato di Piazza Pontida, ha inoltre segnalato la poesia di Amleto Facheris di Bergamo intitolata «Silènsio d’or» («Silenzio d’oro»).

Sono stati invece quattro i partecipanti alla sezione del concorso dedicata a poesie aventi a tema Costa Serina: in questo caso a vincere è stato Gianni Pisoni con la lirica «Santèla de montagna» («Santella di montagna»). Alla serata di premiazione, che è stata presentata da Tiziana Ferguglia e si è tenuta in piazza Fra Cecilio, ha partecipato anche che, nel corso degli intermezzi della premiazione, ha proposto alcune sue canzoni in dialetto. Uno dei momenti più toccanti della serata è stato il ricordo di Gigi Pasta, poeta dialettale scomparso negli scorsi mesi, che negli ultimi anni aveva sempre partecipato al concorso: in sua memoria sono state lette due sue poesie. «Un grazie a tutti i presenti – ha detto il sindaco di Costa Serina Paolo Cortinovis – e in particolare a Gianni Pisoni che ha avuto l’idea di organizzare il concorso e lo cura ogni anno. Siamo qui perché abbiamo tutti voglia di cercare di mantenere vivo il nostro dialetto: stasera infatti hanno sì vinto i poeti ma ha soprattutto vinto la nostra cultura».

Davide Cortinovis

Alberghi, Ristoranti, appartamenti a Costa Serina
Fotografie immagini di Costa Serina
Escursioni sui sentieri di Costa SerinaManifestazioni ed eventi a Costa Serina