zognoZogno – Nella scuola di è in partenza, fino ad aprile, un progetto di formazione civica dedicato studenti di ogni ordine e grado, ideato dall’amministrazione comunale e dal presidio di polizia locale in collaborazione con l’istituto comprensivo e il Centro scolastico superiore vallare. Complessivamente oltre un migliaio gli utenti suddivisi per livello scolastico e fasce di età, per oltre un centinaio di ore di colloqui guidati da esperti di diverse agenzie formative.

Spiega il sindaco Giuliano Ghisalberti: «Si persegue la finalità della sicurezza globale dei giovani offrendo loro una opportunità formativa di ampio respiro». Braccio operativo dell’amministrazione comunale è il presidio di polizia locale il cui comandante Emiliano Paninforni precisa: «Si parte dall’educazione stradale per spaziare a un più ampio campo formativo, dalla legalità al corretto uso delle tecnologie di comunicazione, dalla tutela ambientale alla tematica delle tossicodipendenze, all’alcool dipendenza e alla ludopatia. In sostanza si vuole contribuire a creare nei ragazzi e fin da bambini il cosiddetto senso civico forse un po’ trascurato nel recente passato». Aggiunge Paninforni: «Per lo svolgimento dell’iniziativa, definita “Progetto sicurezza” si è creata una sinergia operativa nella quale sono coinvolti il Corpo forestale dello Stato, il locale gruppo di Protezione civile e varie agenzie impegnate nel campo della formazione della persona».

Determinante nell’attuazione del progetto la partnership con l’istituto comprensivo diretto da Claudio Gotti e l’istituto superiore Turoldo con dirigente Claudio Ghilardi. «Già nel passato – osserva Gotti – era stata svolta nella scuola dell’obbligo attività formativa sulla tematica stradale ritenuta rilevante in quanto i nostri ragazzi utilizzano la rete viaria, che si va facendo sempre più a rischio. Riteniamo proficua la collaborazione con l’Amministrazione e la polizia locale. Peraltro, tali attività sono state previste nei piani didattici. Bene dunque la riproposta dell’amministrazione comunale per una azione sinergica finalizzata alla formazione della persona». Conclude Paninforni, regista del progetto: «Protagonisti sono i ragazzi che si dimostrano recettivi e disponibili al confronto. Questo è l’input per la realizzazione degli incontri che si riproporranno ancor più intensi fin dal prossimo
anno scolastico».

L’Eco di

Alberghi, ristoranti, pizzerie, Bed and Breakfast a Zogno
– Fotografie, immagini di Zogno e le sue contrade
– Escursioni sui sentieri di Zogno e le sue frazioni