San Giovanni Bianco – Non si sbilanciano i sangiovannesi per l’annunciata presenza dell’ex «paparazzo» dei vip Fabrizio Corona, invitato mercoledì al Palaevolution per una serata di musica e discoteca (con riprese di Canale 5 per la trasmissione Bikini). Un appuntamento che per Corona significa poter presentare la sua nuova rivista «Corona’s star» e per il palazzetto ottenere un po’ di risonanza. E infatti l’annuncio del suo arrivo ha fatto discutere. Ma se nei giorni scorsi sono fioccate lettere di critica e commenti negativi su questa iniziativa, pubblicati anche sulla «bacheca» dedicata sul web che annuncia la manifestazione, gli interpellati sulla questione non sembrano volersi esporre.

Primo fra tutti il sindaco, Marco . «È una scelta del gestore – spiega il primo cittadino – che non deve chiedere il nostro appoggio e io non entro in merito alla questione. Sinceramente abbiamo altro a cui pensare, impegni più importanti che ci stanno assorbendo completamente. Non ci siamo fermati a valutare questa iniziativa». Anche al bar pizzeria Fracassetti l’arrivo di Corona interessa poco: «Sinceramente non so nulla di questa serata – spiegano – il nostro locale si trova dall’altra parte del paese rispetto a dove arriverà Corona e non sappiamo niente. Devo dire che nemmeno i nostri clienti ne parlano».

«Ho saputo di recente dell’ospite vip dell’inaugurazione – spiega un giovane di – a dire il vero non ho dato peso alla cosa. Ho visto che in paese è apparso il volantino che pubblicizza l’evento ma per me è stato un volantino come un altro». «Non è una grande iniziativa – dice un altro giovane – non mi sembra il massimo come personaggio e credo che si poteva trovare di ».

«Qualche commento l’ho sentito – racconta invece una ragazza di 30 anni – per lo più negativo. Per me la cosa è piuttosto triste perché il personaggio è quello che è. Certo, così facendo, nel bene o nel male, i gestori del bar si stanno facendo pubblicità, ma si stanno anche scegliendo il tipo di clientela. Sta alle famiglie tenere a casa i propri figli se ritengono che il personaggio sia diseducativo. Non è responsabilità del palazzetto se poi ci sono ragazzi che pagano per assistere alla serata. Non penso sia giusto delegare responsabilità educative al palazzetto».

Altri giovani hanno espresso una considerazione legata al luogo della serata: «Più che un personaggio così ambiguo avrebbero fatto meglio a invitare qualche campione dello sport, più in tema con il contesto dove si festeggia».

Silvia Salvi – L’Eco di

Alberghi, Ristoranti, Trattorie, Bed and Breakfast San Giovanni BiancoFotografie San Giovanni BiancoEscursioniManifestazioniCartoline antiche