Algua – «I 204 che hanno creduto in noi hanno capito chi ha lavorato sporco in questo ultimo mese, hanno saputo distinguere tra i corretti e gli scorretti». Va giù pesante, su Facebook, Enrico Sonzogni, leghista candidato sindaco perdente ad per la lista «Cambiamo insieme ». Assessore uscente in Comune e assessore titolare in , la sconfitta non se l’aspettava proprio. Soprattutto dopo che la concorrente, giovane e alle prime armi, aveva anche rischiato l’esclusione per un errore formale nelle autenticazioni delle firme. Così continua sul web: «Contro di noi hanno lavorato sindaci, anche non di Algua, ex sindaci, ex vicesindaci, assessore ed ex assessori, consiglieri ed ex consiglieri. Tutti contro di noi. La vecchia Dc è tornata ma la nostra battaglia è appena iniziata».

Il «giallo» dei ricorsi in tribunale A cantare vittoria è Pierangelo Acerbis, camionista, 63 anni, volto nuovo nella politica ma già presidente Pro loco a . La sua lista «Progetto Comune» ha ottenuto 30 voti in più di Sonzogni: «Abbiamo dovuto far fronte a ben due ricorsi, al Tar e al Consiglio di Stato (quest’ultimo, secondo alcuni, “sostenuto” da Sonzogni, ma lo stesso nega, ndr)– spiega Acerbis – che ci sono costati non poco, sia in termini economici sia morali. Non voglio fare polemiche. Comunque siano andate le cose i cittadini ci hanno premiato. Abbiamo fatto una campagna elettorale di basso profilo, anche se durante le riunioni con i cittadini nelle frazioni, avevamo intuito che la gente sapeva già chi scegliere. Loro erano sicuri di vincere e la delusione è stata sicuramente forte. Ma prelati e altri sindaci non c’entrano. Servirebbe più rispetto per la scelta degli elettori». L’appoggio di Villarboito A sostenere la lista di Acerbis, è sceso in campo anche il sindaco di (ed ex sindaco di ) Michele Villarboito: «Ho dato solo alcuni consigli, il merito è loro», dice l’ex leghista Villarboito. «Per quanto riguarda le parole di Sonzogni si chieda come mai ce l’avrebbero tutti con lui. Forse il problema è lui?». Continua amareggiato Sonzogni. «Faccio i complimenti al nuovo sindaco e gli auguro buon lavoro.

Voglio ringraziare tutti quelli che ci sono stati vicini e che hanno fatto tanto per il nostro gruppo. Faremo una minoranza costruttiva e propositiva, ma sempre attenta alla trasparenza e ai bisogni del cittadino». «Adesso dobbiamo metterci subito al lavoro – afferma il nuovo sindaco Acerbis –. Innanzitutto dobbiamo vedere le risorse economiche lasciate dalla precedente amministrazione, ma posso già dire che quasi sicuramente non alzeremo le aliquote. Inoltre, ci sono diverse opere pubbliche da cominciare, come la sistemazione degli spogliatoi al campo di Rigosa. Cercheremo una collaborazione con i comuni confinanti al fine di potenziare il sistema di trasporti, istituendo una navetta di collegamento da Rosolo a ».

L’Eco di