Risuoneranno domani per le vie di Mezzoldo e Ornica, in alta Valle , i suoni striduli dei «ciocc», i tipici campanacci usati per il bestiame. I due paesi riproporranno la manifestazione che anticamente aveva scopi propiziatori e che oggi fa parte dei riti «scaccia inverno» presenti su gran parte dell’. A Mezzoldo l’appuntamento con «La serada di ciocc» inizierà alle 20,30, sul piazzale antistante il municipio. Da lì partirà la sfilata per le vie del paese con i campanacci che saranno forniti da alcuni allevatori del paese. Alla manifestazione, organizzata dal Gruppo sportivo di Mezzoldo, partecipano tutti gli anni anche i villeggianti o non residenti a Mezzoldo e alcuni anni fa è stata presentata anche il giorno di Ferragosto, con l’obiettivo di farla conoscere ai turisti.

, invece, rivivrà la tradizione del «Rogo della vecchia», manifestazione in cui un fantoccio che simboleggia il male sarà bruciato in auspicio di giorni sereni. Anticamente questa festa si svolgeva a metà Quaresima ed era simbolo del desiderio di uscire dall’inverno e dalla scarsità alimentare. L’appuntamento è alle 21 all’oratorio.

La sfilata per cacciare l’inverno, animata dal parroco di Valtorta e Ornica don Luca e dai giovani del paese, sarà accompagnata anche da sonagli, bidoni, barattoli, tamburi e trombe. Al corteo rumoroso sarà portata in spalla anche la Vecchia, un fantoccio simbolo di apatia e povertà, che sarà messa al rogo al termine della sfilata al campo sportivo. I riti «scaccia inverno» continueranno in alta Valle Brembana sabato 20 marzo, con il «Rogo del Vècio e dela Egia» a .

Arizzi – L’Eco di Bergamo