Chiesa dominatore del «Balicco

Corsa in montagna: l’atleta del Runners Team 99 precede un combattivo Abate. – Uno spettacolo avvincente, di alto livello quello vissuto ieri dalle centinaia di appassionati della corsa in montagna che sono voluti essere partecipi del 10° Trofeo «Marco Balicco», gara Fidal a livello nazionale mandata in onda dal di Mezzoldo in ricordo del compianto amico e ancora atleta della corsa in montagna, alpino e sindaco, cui l’ambito trofeo è intitolato.


La caratteristica del tracciato – che da sempre si sviluppa su un tratto della cinquecentenaria Strada Priula – fa sì che la fase finale della competizione si sviluppi sui pascoli tra l’alpeggio Monte Nuovo e la località Colla. Dalla Colla, infatti, si può assistere al momento più entusiasmante della gara, quando l’atleta dà il tutto nell’avvicinamento al traguardo, posto davanti alla Ca’ San Marco. In questo tratto, ieri, due atleti si sono giocati la vittoria. Un velocissimo confronto a due – efficacemente commentato dal coach nazionale della corsa in montagna Raimondo Balicco di Mezzoldo – tra due pezzi da novanta della corsa in montagna, Sergio Chiesa (Runners Team 99), in costante crescendo atletico stagionale, e Gabriele Abate (Orecchiella Garfagnana) azzurro di questa specialità. Hanno fatto corsa a sé: tatticismo ed esperienza hanno premiato Chiesa, già in passato vincitore della gara. Conoscendo i passaggi chiave del percorso (8 km di lunghezza per 1.000 metri di dislivello), ha avuto la sulla generosità dell’azione di Abate.

I due hanno preso rapidamente la testa della corsa, passando in solitudine al Ponte delle Acque e quindi salendo nel bosco, Abate a far l’andatura, Chiesa a tenere strettamente il passo alle sue spalle. All’uscita dal bosco Chiesa ha piazzato l’affondo passando in testa, testardamente inseguito a pochi passi dall’avversario, ed è in questa fase finale che il pubblico ha potuto godere dello spettacolo sportivo: una rapida salita dei due verso la Colla, dove Chiesa è riuscito a scrollarsi di dosso Abate, arrivando a tagliare il traguardo in solitudine con il tempo di 41’16”. Poi Abate a 14″: distacco minimo, che la dice lunga sulla vivacità della prova. Per l’arrivo del terzo concorrente, l’azzurro di biathlon Sergio Bonaldi (), devono passare 2’32”, e ancor più ampio è il distacco del quarto classificato, Davide (Forestale), reduce da un infortunio, e via via nell’ordine e con distacchi sempre più ampi, fino al 15° ecco Franco Zanotti (Orobie), Maurizio Beltrami (La Recastello), Corrado Pirola (Orobie), Fausto (Us San Pellegrino), Pietro (Lame Perrel Ranica), Massimo del Fabbro (Padania sport), Giovanni Licini (Orobie), Massimo Lavelli (Runners ), Enrico Tirinzoni (), Massimiliano Rocca (Orobie) e Bruno Carrara (Orobie). Oltre 120 i concorrenti, tra i quali sei donne: a dominare il gruppo rosa è stata Daniela Vassalli (La Recastello) che ha chiuso in 54′ e 34ª assoluta, seguita nell’ordine da Cristina Sonzogni, 64ª, e da Chiara Santini (Arci Favaro).

L’Eco di Bergamo

35a Camminata Mezzoldo – Cà san Marco – 10° Trofeo Marco Balicco
Atletica Valle Brembana, Corse in Montagna

ALBERGHI HOTEL RISTORANTI MEZZOLDO
FOTOGRAFIE IMMAGINI DI MEZZOLDO
ESCURSIONI SUI SENTIERI DI MEZZOLDO