Anche quest’anno siamo riusciti a partecipare alla cavalacata della , organizzata dal Moto club Alta Valle (sezione del Moto club ) con la partecipazione di tanti appassionati che si sono prodigati per selezionare il tracciato, ottenere i permessi, ripulire i percorsi, garantire la dei partecipanti e anche rifocillarli con un ristoro a metà percorso. Un lavoro enorme, che solo un’immensa passione per questo sport può giustificare. Come sempre le problematiche da affrontare sono innumerevoli per organizzare un evento di questo tipo e anche le incognite vanno tenute in considerazione. All’ultimo, per esempio, gli organizzatori hanno dovuto modificare il percorso per un pericolo incendio su un tratto per il quale erano stati precedentemente ottenuti i permessi per transitare. Per fortuna quest’anno è stato più clemente e un bellissimo sole ha accolto i partecipanti regalando a tutti una splendida giornata di trial.

La seconda edizione ha proposto un percorso modificato rispetto alla prima, ma soprattutto gli organizzatori hanno tenuto in considerazione i nostri consigli segnando molto bene tutto il percorso, non solo con frecce direzionali ma anche con cartelli che segnalavano la presenza di punti dove prestare particolare attenzione. La partenza era fissata per le 10, ma visto l’elevato numero di partecipanti il percorso è stato aperto con abbondante anticipo per evitare il formarsi di noiosi tappi. La prima parte del tracciato era molto scorrevole e permetteva di prendere il ritmo attraversando bellissime zone di sottobosco. Solo dopo una decina di km, sui 35 circa totali, iniziavano le prime difficoltà. Niente di insormontabile però, anche grazie ai marshall posizionati nei punti più critici e pronti a dare una mano se qualcuno non riusciva a superare l’ostacolo. Tra l’altro come avevamo già apprezzato lo scorso anno il clima è assai più rilassato rispetto alle cavalcate di enduro e tutti sono pronti a dare una mano non solo agli amici, ma anche agli sconosciuti. I pochissimi tappi che abbiamo incontrato, per la verità di pochi minuti ciascuno, venivano affrontati con la massima serenità da tutti i partecipanti, che ne approfittavano per scambiare due chiacchiere e per tirare un po’ il fiato. A metà circa del percorso un ristoro organizzato nel bel mezzo del bosco accoglieva i partecipanti con vari generi di conforto e i più affamati potevano anche sfruttare le convenzioni con alcuni ristoranti per mettere le gambe sotto al tavolo al termine del giro.

Che dire, paesaggi splendidi, difficoltà non insormontabili, come si addice a una cavalcata aperta a tutti, e tanta simpatia da parte di organizzatori e partecipanti è quanto di meglio si possa chiedere per trascorrere una giornata di trial godendo della natura senza rovinarla. Complimenti ancora agli organizzatori che quest’anno hanno veramente fatto un eccellente lavoro e appuntamento alla prossima edizione!

motocorse.com

Alberghi, Ristoranti e Appartamenti a TaleggioFotografie, immagini di Taleggio
Escursioni a TaleggioManifestazioni ed eventiCartoline antiche di TaleggioScialpinismo