Cassiglio – Il Comune di avrà in affitto dal Demanio 3.000 metri quadrati di area verde attorno al lago. La concessione è ormai pronta ad arrivare dalla Sede territoriale della (Ster). Concessione che potrebbe consentire all’amministrazione comunale guidata da Fabio di istituire il divieto di sosta per le auto a lato della comunale. Un divieto già annunciato che, però, ha sollevato le critiche di alcuni residenti e turisti, costituitisi in comitato. «Abbiamo dato parere positivo alla richiesta di concessione d’uso dell’area da parte del Comune – spiega Claudio Merati, dirigente della Ster di – perché si tratta di valorizzare un’area a verde pubblico, iniziativa che rientra nella politica della Regione».


«Nella concessione – continua Merati – abbiamo posto comunque alcuni paletti: il terreno dovrà essere drenante, i parcheggi previsti (circa 600 metri quadrati, ndr) non potranno essere a pagamento, non si potranno realizzare costruzioni fisse e ogni recinzione o staccionata dovrà essere movibile. È in corso la pratica per la concessione che arriverà a breve al Comune». Il via libera dall’ex Genio civile darà la possibilità all’amministrazione comunale di vietare la sosta delle auto lungo la strada che dal lago risale il torrente. Ipotesi già annunciata dal sindaco in Consiglio comunale, anche se per ora il primo cittadino, interpellato, preferisce non rilasciare ulteriori dichiarazioni sull’iniziativa.

Che, però, ha sollevato immediatamente le critiche di un gruppo di residenti e turisti, oltre che del consigliere di maggioranza Delfino Ruffinoni. L’area, infatti, è frequentata, soprattutto nei fine settimana, da centinaia di turisti alla ricerca di un po’ di refrigerio. E le auto vengono solitamente parcheggiate nel piazzale sterrato davanti al lago o a lato della strada comunale che risale il torrente, quindi su terreno demaniale.

«L’intenzione della Giunta comunale è quella di vietare i parcheggi sul lato destro della strada che dal lago sale la – aveva già dichiarato qualche giorno fa Ruffinoni –. Eppure le auto non hanno mai occupato la carreggiata, ma sempre lo spazio a fianco, quello demaniale. Le vetture in sosta non hanno mai creato ingorghi, problemi di o di ordine pubblico. E la strada, da quando è stata vietata la sosta delle auto sul lato sinistro, è sempre rimasta libera, anche per l’eventuale passaggio di mezzi di soccorso. Anche perché i turisti sanno che passa il vigile e le auto parcheggiate sulla strada vengono multate». Da qui la protesta con una petizione di circa 130 firme inviate alla Ster affinché non concedesse l’utilizzo dell’area.

«Da quanto sappiamo – dice Annarosa Valtolina, turista della provincia di Cremona, habitué del lago – c’è anche l’intenzione di limitare a 24 ore la sosta dei camper. Per noi il posto era ideale, facile da raggiungere. Ma se dovessero imporre tale divieto dovremo valutare se tornare». «Vengo al lago da 35 anni – aggiunge Giorgio Perico di Carvico – e ho acquistato anche una seconda casa. Ci vengono a trovare amici e parenti ma senza parcheggi sarà un disagio. Non comprendiamo il motivo per cui si vuole ostacolare l’arrivo dei turisti».

L’Eco di Bergamo

Hotel, Alberghi e Appartamenti CassiglioFotografie Cassiglio
EscursioniManifestazioniCartoline antiche