Valtorta – A fervono i preparativi del che si celebra sabato, seguendo il rito ambrosiano, uno dei Carnevali storici della . È al lavoro il comitato organizzatore della manifestazione per definire gli ultimi dettagli e rifinire le caratteristiche scolpite nel legno oppure realizzate con pelli di capra. Sono pezzi unici che vanno ad arricchire il patrimonio culturale oltre che oggettistica dell’Ecomuseo. Tutto deve essere pronto per il primo pomeriggio di sabato quando inizia la che visiterà tutte le contrade del paese rinnovando una tradizione ultracentenaria.

Tanta la gente, che arriva anche da fuori valle, per assistere alla mascherata che ha come protagonisti i personaggi storici: ol vecio, la egia, la meda, ol barba, ol diaol e i furchetì che escono dai boschi. Alle 14 si comincia davanti a un caratteristico «bandì» che tiene un concertino nelle piazzette delle contrade dove la carovana delle maschere fa sosta per un balletto con lazzi e battute. La manifestazione termina nel tardo pomeriggio sulla piazza del capoluogo. A sera poi tutti nella sala polivalente per la cena, il ballo e i canti in attesa dei rintocchi del campanone che darà il segno della fine del Carnevale e dell’inizio della Quaresima.

L’Eco di Bergamo

Il Carnevale Tradizionale di Valtorta

Le immagini del Carnevale Tradizionale di Valtorta 2011

Hotel, Alberghi e Appartamenti ValtortaFotografie Valtorta
EscursioniManifestazioniSciare a Valtorta Piani di BobbioCartoline antiche