Il Cai di comunica che, in questo periodo di chiusura dei rifugi, resteranno però aperti i locali invernali (incustoditi): sono dotati esclusivamente di letti, coperte, materassi e cuscini.

Si precisa che nei locali invernali dei rifugi Cai Bergamo non saranno disponibili apparecchiature di riscaldamento e di cottura alimenti, mentre saranno dotati di eventuali generi di conforto non deperibili (scatolette, tè, crakers, minestre liofilizzate), compatibilmente con le condizioni di innevamento e per il loro rifornimento.

Nei locali invernali o nei pressi dell’ingresso dei rifugi sono installati anche apparati telefonici Sos per collegamenti esclusivi alla centrale operativa del «118» per chiamate di soccorso sanitario, oppure con la centrale operativa del di Clusone per tutte le altre emergenze di natura non sanitaria. Tra i rifugi del Cai di Bergamo è confermata l’apertura per il periodo invernale dell’Albani di Colere.

L’Eco di Bergamo