Presentato il bilancio di un anno di attività. Denunciate 87 per reati ambientali. Cresce l’attività degli agenti della Polizia provinciale, che ieri pomeriggio in via ha celebrato l’annuale festa del Corpo, alla presenza delle autorità civili e militari. E’ stata un’occasione per premiare con elogi e medaglie coloro che si sono distinti nel corso del 2009, ma anche per tracciare un bilancio complessivo di un’attività i cui numeri appaiono in costante crescita rispetto al passato. Sono circa quattromila i controlli che gli agenti hanno effettuato nell’ambito delle attività di caccia (1755) e (2178), ai quali si aggiungono i 1434 controlli sui tesserini venatori.

Gli illeciti amministrativi rilevati sono stati 403 (equamente divisi tra caccia e pesca), mentre quelli penali 104. Particolarmente intensa è stata l’attività di recupero degli selvatici; in un anno ne sono stati trattati 689. In materia ambientale (al nucleo ecologico-ambientale competono una serie di attività di presidio del territorio e di contrasto agli illeciti), sono state denunciate 87 persone, riscontrati 117 illeciti ed effettuati nove sequestri.

Oltre ai tradizionali controlli inerenti la gestione dei rifiuti, sono stati effettuati accertamenti sulla gestione degli scarichi e le emissioni in atmosfera; tra i reati contestati, ci sono anche quelli relativi alla normativa edilizia e di tutela dei beni paesaggistici. Per quel che riguarda infine la sicurezza stradale, sono stati controllati 1512 veicoli e ritirati 64 documentidicircolazione.

DNEWS