Brembilla – Colpi di forbice e phon, bigodini e caschi, pieghe e tinte: il primo piano della casa di riposo Santa Maria di , a , è diventato per un giorno un grande salone di bellezza. In vista dell’arrivo della primavera sono stati una quindicina gli ospiti della struttura per anziani che si sono ritrovati fuori dalla sala predisposta con specchi e spazzole per una «sistematina» alla testa, offerta loro da alcuni allievi e da un’insegnante del Centro di formazione professionale di San Giovanni Bianco.

Avevamo già sentito di attività simili in altri luoghi di degenza – spiegano Maria Grazia e Roberta, rispettivamente responsabile servizi amministrativi e animatrice della casa di riposo – per cui abbiamo provato a informarci contattando la scuola di San Giovanni Bianco e offrendo loro la possibilità di fare questo “stage” e contemporaneamente permettere ai nostri ospiti di vivere una giornata diversa e a contatto con i giovani. È stata un’esperienza che ha avuto un buon riscontro. Se sarà possibile la ripeteremo sicuramente».

«I nostri ragazzi – spiega Silvia Galizzi, tutor del settore acconciature del Cfp di San Giovanni Bianco – hanno seguito un progetto a scuola sul volontariato, in collaborazione con la “Bottega del volontariato”, il Csv. I ragazzi delle classi terze hanno seguito alcuni incontri teorici con associazioni del territorio. Quest’anno, a differenza dello scorso che era il primo anno di attuazione del progetto, è stato poi deciso di programmare anche incontri pratici: una classe del settore acconciatore-acconciatrice dell’istituto, composta da 25 studenti, ha fatto pratica recandosi a gruppetti in diverse strutture per anziani, tra cui il «Don Palla» di e l’Oasi di .

Lunedì cinque di questi studenti (Erik Bianzina di Serina, Nadia Galizzi e Chiara Scanzi di San , Monica di Zogno e Arianna Capelli di ) sono stati a casa Santa Maria con l’insegnante Luciana Gervasoni e una tutor del settore per offrire gratuitamente il loro servizio agli ospiti che volevano farsi tagliare o sistemare i capelli.

Silvia Salvi – L’Eco di Bergamo