Brembilla – Tagli dallo Stato e impossibilità di contrarre nuovi mutui a causa della legge finanziaria. Così, il 2011, per il Comune di , sarà probabilmente l’anno con minori investimenti e opere degli ultimi anni. Il Consiglio comunale ha approvato recentemente il bilancio di previsione, un bilancio fortemente condizionato dalla crisi economica e dalla riduzione dei trasferimenti statali. Gli investimenti per opere pubbliche ammontano a 325 mila euro, contro il milione di euro e oltre che ha caratterizzato gli anni dal 2003 fino al 2009 (dove si arrivò a 5 milioni di euro). Ma anche contro cifre ben superiori in alcuni anni precedenti, dal 1999 al 2002.

Parcheggi alla casa di riposo
Sette gli interventi previsti: 70 mila euro per l’arredo urbano, centomila euro per la manutenzione delle strade, centomila euro per la sistemazione dei centri storici, 25 mila euro per un nuovo parcheggio a Ca’ Noa di (nei pressi della casa di riposo) e 30 mila euro per nuovi loculi al cimitero di Sant’Antonio Abbandonato. Opere finanziate per il 50% da mutui. Quindi alcuni interventi saranno realizzati solo se sarà modificata la normativa che impedisce a Brembilla di accedere a prestiti. A tali opere si aggiungono il restauro del municipio per 280 mila euro (terzo lotto) e il nuovo percorso pedonale dell’area mercato, per 120 mila euro (entrambi con contributo regionale). Il sindaco Gianni Salvi ha ricordato che in una situazione di crisi economica globale «risulta sempre più difficile completare e far quadrare i conti del bilancio. Per di più, quest’anno, a causa della legge finanziaria, non potremo contrarre mutui».

«Per quest’anno – ha continuato il sindaco – abbiamo mantenuto invariati l’Ici per le aree fabbricabili e la tassa per i rifiuti, mentre sono state adeguate le tariffe cimiteriali e aggiornati all’inflazione gli oneri di urbanizzazione e di costruzione. Infine, a seguito di un pesante aggiornamento dei costi dei trasporti scolastici, sono stati aumentati i costi a carico dei ragazzi».

Salgono le tariffe scuolabus
Per gli alunni di elementari e medie la tariffa annua sarà di 260 euro, per la scuola materna di 190 euro, con sconti in base alle fasce di reddito. Sempre per quanto riguarda il settore istruzione, nel 2011 è previsto l’acquisto di una nuova lavagna interattiva per le medie (il totale delle lavagne interattive salirà a cinque).
«Nel complesso abbiamo ridotto le spese per le manutenzioni – ha concluso il sindaco – e abbiamo ridotto i alle associazioni, mentre è stato incrementato l’investimento per il settore socio assistenziale e scolastico. Un contenimento della spesa che è stata una scelta sofferta».

L’Eco di

Alberghi, ristoranti e Appartamenti BrembillaFotografie Brembilla
EscursioniManifestazioniCartoline antiche