Progetto, per cinque , della cooperativa «Il varco» di Brembilla. Riscoprire, in tempo di crisi economica e di difficoltà di occupazione, il mestiere dell’agricoltore e dell’allevatore. Offrendo lavoro a chi oggi, proprio per la crisi, si trova in difficoltà, è disoccupato, in mobilità o comunque in cerca di nuova occupazione. E allo stesso tempo cercare di creare, in , nuove possibilità di lavoro, sempre in ambito agricolo. È il progetto denominato «Raìs – radici», messo in campo dalla cooperativa sociale «Il varco» di con il contributo dell’Ambito territoriale della Brembana per i servizi socio assistenziali, la e la Fondazione della Comunità .

Il progetto – spiegano dalla cooperativa “Il varco” – darà la possibilità a cinque persone maggiorenni e residenti in Valle Brembana, disoccupate o in mobilità, di sperimentare un lavoro in ambito agricolo, con un sostegno al reddito per quattro mesi». In pratica viene data la possibilità di avere un lavoro retribuito (che non potrà essere superiore ai 1.250 euro lordi mensili) per quattro mesi, in un’azienda agricola della valle (per 40 ore settimanali). Tre gli inserimenti previsti: dal 20 novembre (con iscrizioni al bando già aperto) per una persona, dal 12 febbraio (con iscrizioni dal 1° febbraio) per due persone e dal 16 aprile (con candidature dal 1° aprile) per altre due persone. Le candidature vanno presentate alla cooperativa sociale «Il varco» a Brembilla (telefono 0345.99548 o al 345.7006689).

L’Eco di

Alberghi, ristoranti e Appartamenti BrembillaFotografie Brembilla
EscursioniManifestazioniCartoline antiche