Brembilla – Si è conclusa domenica la seconda tappa del «3 Corne climbing meeting» svoltasi nella frazione di . Protagonisti della giornata i 60 arrampicatori provenienti da tutta la bergamasca e, protagonista comune a tutti, la falesia del Monte Corno. Tre le tipologie di che, in base ad un quoziente di difficoltà diverso, hanno determinato le valutazioni delle prove: «no resting», consistente in un’ascesa «pulita», senza interruzioni; «resting», cioè il bloccaggio temporaneo durante la salita; infine la tipologia «top rope», che consiste in un’ascesa con la corda dall’alto.

Vincitori ex aequo della categoria maschile sono stati Dario Nanni e Davide Rotini di Gandino. Mentre Silvia Boroni di Piazza Brembana si è aggiudicata il primo posto nella classifica femminile. Le premiazioni si sono tenute nella ex scuola di Cavaglia, restaurata da pochi anni. La manifestazione, che è stata organizzata dal gruppo Lucertole di Brembilla in collaborazione con gli Amici di Cavaglia, fa parte del circuito delle «3 Corne climbing meeting». Tre scalate di tre falesie, dunque, al termine delle quali verrà stilata una classifica generale. Dopo i meeting di Roncobello e Brembilla, i climbers si ritroveranno infatti a Cornalba il 25 e 26 del mese. «Abbiamo confermato la buona partecipazione dell’anno scorso – ha detto Andrea Locatelli, capogruppo delle Lucertole – e riproporremo il meeting anche l’anno prossimo».

L’Eco di Bergamo

Alberghi, ristoranti e Appartamenti BrembillaFotografie Brembilla
EscursioniManifestazioniCartoline antiche