Branzi – Affronterà i prossimi inverni con maggiori protezioni il comune di Branzi, in alta Valle . Il milione stanziato dalla Regione per la messa in sicurezza del territorio sta già mostrando i suoi frutti. Concluso il primo cantiere in Valle Ruine per un costo complessivo di 120 mila euro, è in dirittura d’arrivo il cantiere in Valle Grande, per un costo di 800 mila euro. I finanziamenti rientrano nell’accordo di programma tra Regione e ministero dell’Ambiente per la riduzione del rischio idrogeologico. Il programma, siglato un anno fa, prevede 225 milioni di euro per il territorio lombardo, dieci milioni solo per quello . I cantieri di Branzi, insieme a quelli di Alzano, saranno i primi a essere terminati.

Lo conferma il sindaco di Branzi, Gabriele Curti: «I lavori in Valle Ruine sono già conclusi, mentre in Valle Grande termineranno entro questo mese. Le fondazioni sono ormai ultimate. Da settimana prossima si inizierà l’assemblaggio delle reti a valle, che in un secondo momento verranno portate in quota. Il tutto richiede una quindicina di giorni. La Regione ha rispettato le tempistiche e gli interventi, oltre a essere necessari, sono ben fatti». Gli interventi nel Comune di Branzi interessano aree poste a una quota di 1.800 metri di altitudine e riguardano la riduzione del rischio . «Centoventimila euro – spiega il sindaco – sono serviti per la manutenzione delle reti di difesa attiva già esistenti. Altri 800 mila euro, invece, sono destinati alla costruzione di nuove reti e fanno parte di un completamento dei lavori iniziati nel 2008 su finanziamento ministeriale». La difesa attiva è quella che previene il distacco di , mentre quella passiva è una sorta di contenimento per le già in atto. Incidenti causati da , peraltro, si sono verificati recentemente a Branzi.

L’ultimo episodio risale al 7 febbraio del 2009 quando, proprio in Valle Grande, si era staccata una valanga che aveva raggiunto edifici e si era accumulata sulla comunale. Soddisfatto l’assessore regionale al Territorio Daniele Belotti: «La Lombardia è tra le regioni italiane quella più avanti nell’esecuzione delle opere previste dall’accordo di programma. I cantieri di Branzi stanno lavorando a pieno ritmo pur essendo a 1.800 metri di altitudine e in condizioni proibitive. Si stanno completando i lavori dei paravalanghe, che vanno conclusi prima dell’arrivo della . Nei cantieri si stanno addirittura anticipando i tempi previsti per la conclusione».

L’Eco di

http://forum.valbrembanaweb.com/trekking-escursioni-valle-brembana-orobie-f87/nuovo-villaggio-turistico-panoramico-t5622.html

Hotel, Alberghi e Appartamenti BranziFotografie Branzi
EscursioniManifestazioniCartoline antiche