Branzi – Regina e reginetta del concorso bovino sono state, come sempre, le protagoniste ieri della prima giornata della Fiera di San Matteo di . Tanta gente a far da cornice alle «produttrici» della materia prima – il latte di alta qualità, oltre 15 mila quintali all’anno – con il quale si fanno il Formai dè mut dop ed altri prodotti pregiati prodotti caseari. Ben 150 vacche delle 350 stallate complessivamente in in rappresentanza di una decina di allevatori hanno gareggiato nella rassegna zootecnica organizzata dall’amministrazione comunale rappresentata dal delegato alla zootecnia Claudio Monaci e visionate, per la formulazione delle graduatorie di qualità dall’esperto nazionale Maurizio Chincarini dell’Associazione nazionale allevatori razza bruna, con l’assistenza dei tecnici Luciano Locatelli e Beppe Midali dell’Associazione provinciale allevatori di Bergamo.

Qualità ottima
Come tradizione, sul campo fiera della Gardata sono sfilati capi «di ottima qualità», come sottolineato nel commento dell’esperto, un patrimonio che in Fondra continua ad avere rilevanti ricadute economiche, tenendo conto anche della presenza sul territorio del Caseificio sociale che occupa una quindicina di addetti impegnati nella produzione di Branzi e nell’affinatura del . Protagoniste della rassegna sono state l’Azienda Annamaria di e Sebastiano Monaci e fratelli di Branzi, che si sono sostanzialmente spartiti quasi tutti i riconoscimenti di qualità del rispettivo bestiame. Ambedue le aziende in predicato curano con particolare attenzione il costante miglioramento delle stalle, il cui risultato emerge in occasione della fiera. L’azienda Cattaneo – una trentina di capi in stalla – si è così aggiudicata quattro primi premi di categoria, il premio per la miglior mammella della mostra e con la bovina Iva – che lo scorso anno aveva trionfato alla mostra di Sant’Alessandro a Bergamo – il titolo di «Regina» della mostra (premio ).

L’azienda Monaci – ottantina di capi in stalla e rigorosa pratica del ristallo (i capi nascono e crescono in azienda) – ha conquistato sei primi premi di categoria, e con Ambra il titolo di «Reginetta» della mostra (premio di Valle ). Un primo premio di categoria è stato assegnato pure all’azienda Cattaneo Alfio di Isola di Fondra. A seguire la tradizionale gara di mungitura seguita con interesse dalla folla dei visitatori della fiera: 12 in gara con vittoria di Simone Paganoni di Isola di Fondra.

Sergio Tiraboschi – L’Eco di Bergamo

Immagini della Mostra zootecnica di Branzi

Hotel, Alberghi e Appartamenti BranziFotografie Branzi
EscursioniManifestazioniCartoline antiche