Bracca – Sabato scorso ha ospitato una novantina di cittadini francesi provenienti da Les Clefs, Comune situato nel dipartimento dell’Alta Savoia della regione Rodano-, discendenti di Battista Bigoni. Il bracchese Bigoni emigrò in Francia nel 1854 a 14 anni dove svolse il mestiere di taglialegna ed ebbe 14 figli. Nel maggio del 1988 avvenne il gemellaggio tra i Comuni di e di Les Clefs e da allora, periodicamente, si svolgono scambi di visite nei paesi. I cittadini di si sono recati in Francia nel novembre 2010, mentre l’ultima visita dei cittadini francesi in Italia è stata nel 2009. «Questa profonda amicizia tra i nostri due Comuni – ha detto il primo cittadino di Marco Muttoni salutando i turisti francesi – la dobbiamo a Battista Bigoni, nostro antenato e pioniere. Da allora i tempi sono cambiati: le distanze si sono accorciate, però fa molto piacere che voi seguiate a ritroso la percorsa dal vostro avo».

Il sindaco di Les Clefs Martial Landais, nel ringraziare per l’ospitalità, ha ricordato come siano molte le similitudini tra le due comunità come il paese piccolo, il verde, l’aria buona e la tranquillità. Poi lo scambio di doni: i francesi hanno donato lo stemma del Comune cucito a mano e un campanaccio delle mucche, mentre Bracca ha donato una composizione di prodotti artigianali tipici.

Davide Cortinovis – L’Eco di

Agriturismo, Bed and Breakfast, appartamenti a Bracca – Fotografie immagini di Bracca – Escursioni sui sentieri di Bracca – Manifestazioni ed eventi a Bracca