Bracca – Brutto «regalo» di Natale per : una frana di roccia e terra è caduta sulla comunale che dal centro di conduce alle due frazioni Bruga e , 300 residenti in tutto. Per precauzione la strada è stata chiusa e sono già stati predisposti dei lavori per mettere in il fronte di materiale cedevole: ma per riportate tutto alla normalità occorrerà attendere il 27 dicembre. Quindi dopo Natale. Mezza carreggiata invasa. Lo smottamento si è verificato probabilmente a causa del maltempo nelle prime ore di ieri. «Abito a Bruga – spiega il sindaco di Marco Muttoni – e mi stavo recando al lavoro quando, in località Louvrit, mi sono trovato la frana sulla strada che raggiunge il capoluogo, che è lunga solo 500 metri. Il materiale, circa 6 metri cubi, ha invaso mezza carreggiata e sono riuscito a raggiungere il Comune e a dare mandato di transennare la strada e informare la Ster, ex Genio civile, di Bergamo». Sul posto, infatti, poco più tardi è arrivato Marco Gratton che ha effettuato un sopralluogo sulla parete da cui si è staccato il materiale roccioso.

In bilico 200 metri
«Il fronte frana – prosegue il sindaco – è di 200 metri per 10 e purtroppo, a seguito della verifica, è emerso che c’è ancora parecchio materiale pericolante, da qui la decisione di emettere un’ordinanza di chiusura della strada in via precauzionale. L’intervento ipotizzato dalla Ster prevede la pulizia del fronte frana e successivamente la posa delle reti di protezione». Ma se l’intervento è stato tempestivo permettendo di evitare altri problemi, non sono positive le notizie sui tempi per ripristinare la normale viabilità.

Stanziati 20 mila euro
«Le operazioni per mettere in sicurezza l’area purtroppo richiederanno circa una ventina di giorni –afferma Muttoni –. La strada rimarrà chiusa quindi dal 7 dicembre (ieri, ndr) fino al 27, con l’augurio che possano finire prima, dando la possibilità agli abitanti delle due frazioni di riprendere l’uso, più comodo, della strada comunale di Bracca».
I residenti delle due località possono raggiungere le loro abitazioni, ma per farlo dovranno percorrere circa 10 chilometri in più, passando per Frerola, Rosolo e Pagliaro, che sono nel comune di . Non è un cambiamento da poco, dato che c’è molta differenza dai 500 metri abituali che si percorrono passando dal centro di Bracca. «La Ster – conclude Muttoni – ha messo a disposizione circa 20 mila euro per lo svolgimento dei lavori, che sono stati appaltati all’impresa Felice Ghisalberti di Zogno».

Silvia Salvi – L’Eco di Bergamo

Agriturismo, Bed and Breakfast, appartamenti a Bracca
Fotografie immagini di Bracca
Escursioni sui sentieri di BraccaManifestazioni ed eventi a Bracca