Dossena celebra la «Festa del Madunù» una tradizione religiosa della comunità risalente alla metà del 1800 quando nella millenaria chiesa plebana, con giurisdizione su tutta l’alta del , arrivò il grande gruppo ligneo pesante alcuni quintali – da qui la definizione popolare di Madunù – con il simulacro in grandezza naturale della Madonna Addolorata recante in grembo il corpo del Cristo morto e angeli. Per è questa festa il momento di maggior intensità dell’anno liturgico. Per la festa la statua viene vestita di ori e argenti testimonianza delle Grazie ricevute. Alle 20,30 la preghiera guidata dal parroco di don Sergio Paganelli, quindi i fuochi d’artificio.

Le S.Messe alle 8, 9 e alle 10,30, quest’ultima presieduta da monsignor Bruno Foresti. Alle 15 la processione con la banda musicale, la statua, scortata dai confratelli della Confraternita del Santissimo Sacramento e dai in alta uniforme, sarà portata a spalla, al seguito l’arciprete in casula e mozzetta viola e ferula – un paramento esclusivo della chiesa di Dossena – il vescovo Foresti, i sacerdoti, le autorità civili e militari. La festa si concluderà in chiesa con il bacio della reliquia.

L’Eco di

Le immagini notturne e fuochi d’artificio del Madunu’ di Dossena

Agriturismo, Bed and Breakfast, appartamenti a Dossena
Fotografie immagini di Dossena
Escursioni sui sentieri di DossenaManifestazioni ed eventi a Dossena