Sedrina – Brutta notizia per i residenti delle frazioni Campana di Villa d’Almè e . Il ponte che unisce i due abitati è in pessime condizioni e in seguito alle indagini svolte, da domani sarà chiuso «a tempo indeterminato»: solo i pedoni potranno attraversarlo. Intanto, i due Comuni, per garantire maggiore in uscita dalle frazioni, chiederanno l’installazione di due semafori sul l’ex statale di . Per illustrare le condizioni del ponte domani, alle 20,30, nella sala consiliare di Villa d’Almè, si terrà un’assemblea pubblica. Le indagini hanno consenti- to di osservare lo stato attuale dell’arcata e di fare carotaggi sulla sede stradale. Mentre un’indagine radar ha permesso di conoscere dimensioni e resi- stenze dei materiali usando anche delle sonde perforatrici. Nessun veicolo potrà più attra- versare il vecchio ponte, in attesa di definire la tipologia di un possibile intervento.

Resta poi da risolvere la problematica questione delle fermate del trasporto pubblico. Da quando il transito sul ponte era stato vietato ai mezzi pesanti, i bus della Sab non hanno più potuto transitare all’interno delle due frazioni e di conseguenza anche le due fermate sono state trasferite ai rispettivi imbocchi verso per Campana e verso per Botta. Inevitabili i disagi per chi deve spostarsi con i mezzi pubblici: devono aspettare all’altezza di nuove fermate non riparate e soprattutto in prossimità dell’ex statale 470. «Il ponte è messo male – aggiunge il sindaco di Agostino Lenisa –. Sta cedendo il terrapieno su cui si poggia la sponda del ponte sul lato verso l’abitato di Campana. Per non correre rischi, è necessario chiuderlo. Verranno installati anche degli strumenti di rilevazione che saranno in grado di registrare eventuali movimenti troppo bruschi. Per la questione delle fermate incontreremo la Sab e i tecnici della Provincia per valutare la situazione». Tra le richieste dei due Comuni l’installazione di due semafori a Campana (per chi sale in Valle Brembana) e a Botta (per chi scende a Bergamo), per rendere più sicuro l’innesto
sull’ex statale, soprattutto negli orari di punta.

Gabriella Pellegrini – L’Eco di Bergamo