Valle – I Comuni di Valtorta, in alta Valle Brembana, e Dossena, daranno in affitto i propri boschi alla «Bio for energy», società con sede a Milano specializzata nella gestione ecosostenibile di boschi e foreste. La «Bio for energy», infatti, si è aggiudicata entrambi i bandi pubblicati l’anno scorso dalle amministrazioni comunali per l’affidamento di 15 anni del proprio patrimonio boschivo (in entrambi i casi è stata l’unica società a presentare un’offerta).

, 1.300 ettari
Il primo affitto a partire sarà quello del Comune di Valtorta, che a breve firmerà il contratto con la società. È previsto l’affidamento di 1.300 ettari di bosco, distribuiti un po’ su tutto il territorio comunale. Dalla gestione dei boschi, naturalmente, la società ricaverà legno da vendere ma, nel contempo, contribuirà alla manutenzione di un territorio sempre più abbandonato. In cambio, per i prossimi 15 anni, dovrà versare nelle casse comunali 30 mila euro all’anno, garantendo, peraltro, quattro posti di lavoro. «Nessuno ormai pulisce più i nostri boschi – spiega il sindaco di Valtorta – e lasciarli abbandonati rappresenta un rischio ambientale troppo alto, per i nostri paesi ma anche per chi vive a valle. L’affidamento in gestione potrebbe essere veramente una soluzione valida per salvaguardare un patrimonio così importante».
«Allo stesso tempo – continua il primo cittadino – l’operazione costituirà un toccasana per le casse comunali e porterà anche nuova occupazione in virtù dei quattro posti di lavoro che l’azienda dovrà garantire, da 150 a 170 giorni all’anno. Il piano di assestamento forestale, necessario per poter affidare la gestione, è già autorizzato. A metà anno, quindi, pensiamo di poter affidare concretamente l’incarico. Nel frattempo contatteremo anche i proprietari privati dei boschi: chiederemo loro se sono disponibili a cedere in gestione almeno parte del loro patrimonio».

La «Bio for energy», peraltro, in virtù di tale operazione, avrà la possibilità di ulteriori guadagni grazie ai cosiddetti «crediti di carbonio». Si tratta di fondi messi a disposizione per l’abbattimento dei gas serra, a seguito del Protocollo di Kyoto, che arriveranno solo dopo «certificazione di gestione ecosotenibile». Il 27% di tali «crediti» dovranno andare al Comune.

, il via a fine anno
E alla «Bio for energy» saranno affidati in gestione per 15 anni anche i boschi del Comune di Dossena. La società milanese avrà a disposizione 1.071 ettari di bosco (la proprietà resterà del Comune), per buona parte nella , un’area ancora selvaggia che da Oltre il Colle scende fino al Brembo, attraversando anche il territorio di Dossena. L’altra parte di bosco che sarà data in gestione si trova, invece, sul monte Gioco. In pratica buona parte del patrimonio boschivo del Comune sarà dato in affitto.

«I boschi sono stati affidati per 20 mila euro l’anno – dice l’assessore al Territorio di Dossena Fabio Bonzi –. Ma per avviare la gestione dovremo prima approvare il piano di assestamento forestale. Ci vorrà qualche mese, quindi per l’avvio dovremo aspettare all’incirca la fine di quest’anno». Al Comune, inoltre, saranno riconosciuti il 25% degli eventuali «crediti di carbonio».

Giovanni Ghisalberti – L’Eco di Bergamo