IMAG0010Zogno – Incendio di vaste dimensioni in una zona impervia del . Le cause del rogo che ha distrutto ampie porzioni di terreno in Arsa, fra e , sono ancora sconosciute, ma non si esclude il dolo. Le fiamme sono state segnalate attorno alle 17,30 di ieri e le fiamme hanno proseguito libere fino alle 20,30. I mezzi dei vigili del fuoco, provenienti dalla stazione di e e dell’antincendio boschivo della bassa Valle , hanno faticato non poco per raggiungere il luogo dove l’incendio si propagava. Sono andati distrutti diversi ettari di terreno boschivo e il fumo era ben visibile anche a parecchia distanza. Le fiamme si sono distribuite sui pendii boschivi in direzione di San Marco. All’area mercato di Zogno è stata allestita la vasca per la presa di acqua dall’elicottero in caso di emergenze ulteriori.

A rendere difficili le operazioni ci si è messo anche il vento che dal tardo pomeriggio ha alimentato le fiamme. Nel corso della serata è sopraggiunto un temporale che ha contribuito a spegnere il rogo. «Parecchie segnalazioni sono arrivate anche in Comune e all’ufficio di polizia locale – afferma Massimo Pesenti, assessore alla Protezione civile e ambiente di Zogno –. La zona oggetto dell’incendio è ad elevata naturalità e non è servita da strade agro-silvo-pastorali, ci passano unicamente alcuni . C’è stata notevole preoccupazione in quanto sono presenti diverse in quell’area. Le fiamme avrebbero potuto intaccare gli edifici, alcune di ampie dimensioni e di recente realizzazione. Fortunatamente nessun danno alle , ne conseguenze per il bestiame che alcune ospitano».

L’Eco di Bergamo