Convegno: Siti minerari dismessi e fenomeni di degrado in rocce evaporitiche. 28 settembre: convegno tecnico scientifico a , affollatissimo sulle esperienze europee specifico sulle cave di gesso. Il 29 a Santa Brigida, in alta Valle Brembana, si è svolto un convegno con illustrazione della situazione delle cave e della bonifica che è iniziata nella ex cava di gesso di Carale in località Monticello.

Congresso sulle Cave del Gesso di Santa Brigida 
Convegno sulle Cave del Gesso di Santa Brigida

Premessa storica. Le cave di gesso di Santa Brigida, anni fa erano al centro delle preoccupazioni per i cedimenti di terreni, strade e abitazioni. Chiuse le cave, molte gallerie si sono allagate il degrado delle miniere porta crolli e cedimenti in continuazione che sono la preoccupazione di abitanti. A S. Brigida esistono tre zone perimetrate a grave rischio idrogeologico ai sensi della L. 267/98: sono ex cave di gesso. L’escavazione iniziava all’aperto e si approfondiva in galleria.

Esterno cava Gesso
Esterno cava Gesso

La situazione a maggior rischio è quella della ex cava Carale. Nella miniera l’estrazione è avvenuta su quattro livelli, di cui tre al di sotto della superficie di falda. Dopo la chiusura del cantiere due livelli si sono completamente allagati, per un volume d’acqua dell’ordine di 60.000 mc., posti immediatamente a monte della frazione omonima. L’acqua continua a circolare nel sottosuolo con conseguente degrado delle rocce evaporitiche ed aggravamento dei rischi di collasso nel tempo.

Cava del Gesso crollata
Cava del Gesso crollata

L’amministrazione di Santa Brigida è riuscita a coinvolgere gli enti superiori che hanno finanziato questa prima bonifica sperimentale in cave di gesso abbandonate. L’intervento, unico nel suo genere, recentemente realizzato ha comportato la necessità di studi ed analisi tecniche e scientifiche all’avanguardia, sia per la particolarità del problema (gallerie di gesso allagate in avanzato stato di sfaldamento) che per la soluzione di intervento ( iniezione dalla superficie di una miscela in grado di sostituire l’acqua, fluida per muoversi nelle cavità, in grado di consolidare nel tempo per sostenere i vuoti, con costi limitati.

Sezione gallerie della cava
Sezione gallerie della cava

Si sono cercate le sinergie tra tecnici minerari, geologi, imprenditori laboratori universitari per sperimentare una tecnica di bonifica che sta funzionando e ha già riempito il livello inferiore. Il mese prossimo si inizierà a riempire il secondo livello di gallerie allagate. In tempi successivi si riempiranno in modo tradizionale le gallerie sino a tappare la .

La visita agli imbocchi delle gallerie ha impressionato per la friabilità degli strati di gesso che hanno franamenti consistenti a distanza di pochi mesi. Sono stati posizionati dei punti per le misurazioni dei movimenti del terreno con anche la rilevazione satellitare. La documentazione e la cartografia esposta al pubblico ha reso comprensibile le tecniche di scavo per l’estrazione del gesso e le attuali tecniche e problematiche per la bonifica. La documentazione illustrata nei due giorni di Convegno sarà stampata e distribuita a primavera.

Mario – Sindaco di

ALBERGHI HOTEL RISTORANTI SANTA BRIGIDA
FOTOGRAFIE IMMAGINI DI SANTA BRIGIDA
ESCURSIONI SUI SENTIERI DI SANTA BRIGIDA