Le indagini proseguono, e prefettura stanno lavorando insieme per risalire agli autori del gesto». Rosanna Manenti, sindaco di Oltre il Colle, dopo la bomba carta lanciata davanti a casa sua nella notte tra sabato e domenica, ribadisce la volontà di proseguire nel suo impegno amministrativo. Anzi, raddoppia, perché proprio lunedì sera è stata nominata presidente dell’Assemblea dei sindaci del distretto di per i servizi socio assistenziali. Dovrà farsi portavoce dei sindaci della valle verso Asl e altri enti, per quanto riguarda le problematiche sanitarie e assistenziali.

«Proprio in occasione dell’assemblea – dice Manenti – ho ricevuto ancora tanti messaggi di solidarietà».
«Il gesto di domenica – prosegue il primo cittadino – al di là delle motivazioni e degli autori, è stato rivolto contro la mia persona e la mia autorità. Sicuramente ha voluto essere una minaccia psicologica e probabilmente c’è qualcuno che vuole farmi dimettere. Io, invece, proseguo nel mio lavoro ancora più determinata di prima».

La bomba carta (la terza nel giro di un anno, dopo le due del 2008) è stata lanciata davanti alla casa del sindaco alle 4,30 circa di domenica mattina. L’esplosione ha rotto alcuni vasi, i vetri, cavi elettrici e ha rovinato il terrazzo. Un’esplosione sentita anche a grande distanza che ha svegliato i vicini di casa del sindaco. Ma al primo cittadino, per ora, non è arrivata alcuna rivendicazione.

L’Eco di