Iso 14001 Il Comune di , primo in tutta la , è «Iso 14001». Non si tratta di un codice misterioso ma un’importante certificazione che l’Amministrazione comunale ha ottenuto da un organismo accreditato dopo aver superato verifiche e controlli severi, e che definisce come deve essere sviluppato un efficace sistema di gestione ambientale, attraverso uno specifico programma di gestione e prevenzione e un processo di monitoraggio dei risultati, finalizzato a un miglioramento ambientale. La cerimonia di consegna del certificato si terrà domani in occasione della posa della prima pianta della «cattedrale verde», l’iniziativa del Parco delle Orobie che prevede la realizzazione di un vero e proprio edificio con alberi e piante autoctone secondo l’antica arte dei roccolai.


Il riconoscimento mette in risalto la qualità dell’ambiente del paese e documenta l’attuazione da parte dell’Amministrazione comunale di un «sistema di gestione ambientale» che ha lo scopo di pianificare e gestire il territorio con l’obiettivo dello sviluppo sostenibile. «È un importante risultato per il nostro Comune– spiega il sindaco Rosanna Manenti –, che attesta l’importanza che stiamo dando alla tutela del nostro ambiente. Le nostre intenzioni sono fortemente orientate in quella direzione e lo dimostra ad esempio il recupero dell’Arera con la valorizzazione delle sue peculiarità come il “” e l’innovativo progetto della “cattedrale verde”. L’avere ottenuto questo certificato si inserisce nelle politiche di tutela, valorizzazione e promozione ambientale del territorio». Questo orientamento ha quindi portato il Comune ad adottare uno strumento gestionale, il Sistema di gestione ambientale (Sga), certificato secondo la norma Uni En Iso 14001 per gestire in modo razionale e sistematico le problematiche connesse all’ambiente e al territorio.

Un risultato raggiunto grazie alla collaborazione con la società «Istar Srl» di Bergamo e al suo amministratore delegato Diego Rottoli, che ha affiancato l’Amministrazione durante tutto il progetto, sin dalla fase di richiesta del finanziamento alla Regione Lombardia con il quale sono stati coperti tutti i costi. «Questo strumento – sottolinea l’ingegner Damiano Zambelli della “Istar” – costituisce un approccio innovativo e organico per la pianificazione comunale e per il perseguimento di una propria politica ambientale, oltre che per lo sviluppo di un’organizzazione in grado di attuarla e valorizzarla, ma soprattutto per il coinvolgimento attivo della popolazione». Il percorso completo per l’ottenimento della certificazione si è sviluppato in tre fasi. «All’analisi ambientale iniziale – precisa Anna della “Istar” – è seguito lo sviluppo e l’attuazione del sistema di gestione ambientale per definire la politica ambientale, per poi arrivare alla certificazione da parte del Det Norske Veritas (Dnv), un organismo riconosciuto e accreditato, che ne ha attestato la conformità alla norma Iso 14001: 2004».

«Questa indagine – spiega Marco Palazzi, assessore all’Ambiente -, ha richiesto un approfondito controllo su vari punti come ad esempio i consumi di energia ed idrici, la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, la protezione del suolo e del paesaggio, il miglioramento degli scarichi e la . Questi temi si sono sovrapposti anche ad altri argomenti come l’adozione del “Piano di governo del territorio” e allo studio del “Piano di illuminazione comunale”. Indubbiamente un sistema di governo del territorio incentrato sulla tutela del patrimonio ambientale attraverso un Sga certificato può rappresentare un’attrattiva per gli investitori, soprattutto nel settore turistico, invertendo la tendenza in atto da parecchi anni, dello spostamento della popolazione verso il fondovalle causa del conseguente abbandono del territorio.

«Questo importante riconoscimento – continua il sindaco Manenti – arriva dopo un percorso impegnativo iniziato a luglio 2007, nato su idea del precedente sindaco, senatore Valerio Carrara. Il conseguimento della certificazione non rappresenta la fine di un percorso, ma il suo inizio. Ci siamo impegnati ad adottare e mantenere specifici comportamenti per tutelare e conservare l’ambiente, prefissandoci di consolidare ed accrescere i rapporti tra cittadinanza e villeggianti e la pubblica amministrazione, nella consapevolezza che il risultato da perseguire è di indiscutibile valore per tutta la comunità».

Gabriella Pellegrini – L’Eco di Bergamo

GALLERY FOTOGRAFICA CERIMONIA CONSEGNA CERTIFICATO E POSA PRIMA PIANTA

Alberghi Ristoranti e Appartamenti a Oltre il Colle
Fotografie immagini di Oltre il Colle
Escursioni sui sentieri di Oltre il Colle