– Le vendite estere trainate dalle acque minerali San , Acqua Panna e bibite a marchio . Boom in Cina, Russia e Brasile, conferme per Stati Uniti, Francia e Germania. Le bollicine dell’acqua San Pellegrino, simbolo del Made in Italy nel settore beverage, incantano i palati del mondo e registrano un boom nelle vendite per l’export. I dati dei primi nove mesi del 2011 confermano come l’export rappresenti la principale leva di business del Gruppo , azienda leader in Italia nel settore beverage: dopo i risultati record del 2010 (+17% a volume rispetto al 2009, per un giro di affari di 200 milioni di euro), le vendite estere continuano a crescere grazie soprattutto alle acque minerali San Pellegrino e Acqua Panna e alle bibite a marchio che registrano un’ottima crescita organica rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

I Paesi che contribuiscono in maniera significativa al positivo trend dell’export sono Stati Uniti, Francia, Germania e Svizzera cui vanno aggiunte le ottime performance riportate nei mercati emergenti quali Cina, Russia e Brasile.

“I risultati di questa prima parte dell’anno confermano come l’export rappresenti sempre più per il nostro Gruppo il principale fattore di crescita – afferma Fabio Degli Esposti, direttore della Business Unit Internazionale di Sanpellegrino –. Le strategie e i gli investimenti Sanpellegrino da anni sono volti a diffondere nel mondo, attraverso i nostri prodotti, l’immagine di un made in Italy di qualità e successo: una scelta che, come testimoniato dai dati dei mercati internazionali, si sta rivelando assolutamente vincente e sulla quale continueremo ad investire impegno e risorse”.

Le ottime performance estere rappresentano anche un riconoscimento all’impegno di Sanpellegrino nel continuo sviluppo di innovazioni di prodotto volte a garantire la massima qualità per i consumatori. Nel 2011 sono state infatti lanciate diverse novità di prodotto alle quali si aggiunge l’introduzione sul mercato, come prima azienda al mondo nel settore delle acque minerali, della tecnologia coating.

Grazie ad un investimento in Ricerca&Sviluppo di circa 8 milioni e dopo due anni di test, a partire da quest’anno le bottiglie da mezzo litro di acqua San Pellegrino destinate al mercato export sono dunque dotate di un sistema che consente all’azienda di raggiungere i mercati più lontani garantendo la perfetta gasatura e la premium quality che da sempre contraddistinguono questo prodotto in oltre 120 Paesi di tutto il mondo.

“La nostra Azienda investe costantemente in attività Ricerca&Sviluppo con l’intento di implementare tecnologie all’avanguardia in grado di migliorare le performances di tutti i nostri prodotti – afferma Fabio Degli Esposti -. L’inserimento del coating rappresenta un ulteriore e significativo passo nel nostro percorso di continua innovazione; una novità che esalta e garantisce nel tempo l’eccellenza e la qualità intrinseca di un prodotto firmato Made in Italy. La qualità, infatti, è per noi una priorità, il criterio con il quale milioni di consumatori in tutto il mondo ci scelgono quotidianamente”. La tecnologia coating “riveste” internamente le bottiglie di PET applicando uno strato sottilissimo e infinitesimale – pari a 0,0001 mm – di ossidi di silicio, elemento costitutivo del vetro, che funziona come ulteriore barriera alla fuoriuscita di anidride carbonica e permette così alla bottiglia di mantenere più a lungo nel tempo la gasatura anche nelle situazioni di stress che le bottiglie possono subire durante il trasporto.

L’innovazione avrà inoltre un positivo : grazie alla tecnologia coating il Gruppo Sanpellegrino stima infatti di alleggerire il peso della bottiglia in PET del 17% rispetto alla versione attuale nei prossimi tre anni. Al momento la novità riguarderà le bottiglie da mezzo litro in PET; nei prossimi anni, l’obiettivo è quello di estendere la novità anche ai formati più grandi.

NEWS

Hotel, Alberghi e Appartamenti San Pellegrino TermeFotografie San Pellegrino Terme
EscursioniManifestazioniI Tesori del LibertyCartoline antiche