Blello – Mini comuni senza soldi, con trasferimenti statali sempre minori e bilanci in rosso. E, forse, alla fine, ha ragione il sindaco di quando dice che «volenti o nolenti ci costringeranno a unirci con altri comuni. Senza soldi non si fa più nulla». Un esempio? La , circa un chilometro, per unire il centro di Blello con il suo cimitero e la chiesa. Un servizio importante, per sostituire la mulattiera che da sempre costituiva l’unica via di comunicazione. Eppure, per averla, il piccolo comune a cavallo tra Imagna e ci ha impiegato una decina d’anni. Per non parlare degli anni attesi per avere un progetto. Tempi lunghi necessari per trovare i soldi. «Se non fosse stato per la Valle Brembana, prima col presidente e ora con Mazzoleni, e per il Bim – dice il sindaco – oggi non avremmo la strada. Gli aiuti dallo Stato non ci sono mai stati».

Così, poco alla volta – in tre lotti – la strada per la chiesa sta diventando realtà. I primi lavori iniziarono nel 2006. Ora, trovati gli ultimi fondi (75 mila euro dalla Regione e altrettanti dal Bim, da rimborsare), la strada sta per essere portata a termine: verrà asfaltata, si poseranno tombinature per la raccolta dell’acqua e guardrail, si allargherà l’ultimo tratto e sarà realizzato un piccolo parcheggio nei pressi di chiesa e cimitero. Entro l’autunno i lavori dovrebbero essere conclusi. Alla fine la strada sarà costata complessivamente 450 mila euro, fondi che Blello, da solo, non sarebbe mai riuscito a trovare.

E, allora, il sindaco conclude con una riflessione: «Qualche anno fa la Regione dava 500 milioni di lire ogni anno per dieci anni ai Comuni che si sarebbero accorpati. Io, allora, non ero sindaco. Ma oggi, forse, accettando quella proposta, avremmo avuto anche la strada diretta tra Blello e . Chissà».

L’Eco di

Immagini della Strada per la Chiesa e cimitero di Blello