Alta – Niente mangimi agli animali e niente fermenti industriali. Solo erba d’alpeggio: sta anche qui il segreto del Bitto Storico, il formaggio oggi più pagato al mondo che da secoli si produce sulle . A sua difesa si è costituito il Consorzio per la salvaguardia del Bitto Storico, in guerra da 16 anni con il Consorzio per la tutela del Bitto e Casera nel quale, invece, convergono tutti i produttori della provincia di Sondrio. Ma non è solo il territorio a fare la differenza. Rispetto al Bitto esteso alla Valtellina, il Bitto Storico ha caratteristiche nutrizionali uniche.

Viene prodotto con latte di vacca e di capra e orobica (10-20%) senza l’uso di mangimi per l’alimentazione. Come ormai dimostrato dalla scienza, l’alimentazione solo a erba degli animali consente di ottenere latte e formaggi con livelli di «omega 3» (acidi grassi buoni) elevatissimi, quindi molto più salutari. Bastano, invece, pochi chili di mangime al giorno per rendere latte e formaggio di qualità inferiore. E oggi il Bitto storico è uno dei pochissimi formaggi per la cui produzione viene escluso l’uso di mangimi. Il Bitto Storico è oggi prodotto su 14 orobici (9 a Sondrio, 4 a e uno a Lecco). Sul versante brembano viene prodotto sulle alpi Cavizzola, Ancogno Soliva e Parissolo, nel comune di , e sull’alpe Foppa, a . Da quest’anno il Bitto Storico si è alleato con altri cinque formaggi orobici ( Ftb, , Strachitunt Valtaleggio, Agrì di e Stracchino all’antica) sotto il marchio unico di «Formaggi principi delle Orobie», a sottolineare la comune radice storica.

Hotel, Alberghi e Appartamenti MezzoldoFotografie Mezzoldo
EscursioniManifestazioniItinerari Sci Alpinismo MezzoldoCartoline antiche