Orobie – Dopo le piogge e qualche nevicata a quota collinari tra Natale e Santo Stefano, l’Alta pressione ritorna a dominare sulle , con termiche sopra le medie stagionali. Il “ricompattamento” del Vortice Polare non ha favorito in questi giorni discese artiche, il freddo oltretutto è rimasto nuovamente “confinato” sulla Penisola Balcanica. Solamento oggi un fronte instabile si è addossato alla barriera alpina, ma le precipitazioni si sono limitate a “lambire” i crinali di confine, nulla per le nostre . Nei prossimi giorni il rinforzo ulteriore ’Alta pressione garantirà tempo stabile, ma con il ritorno di foschie o nebbie nei fondi . Le temperature subiranno un lieve decremento, con massime comprese tra 4-5°C, e minime di poco sotto i zero gradi. I venti saranno prevalentemente deboli e soffieranno da Ovest.

Nella giornata del 1° Gennaio una debole perturbazione avanzerà dalla Penisola Iberica, con deboli precipitazioni tra il pomeriggio e la sera. La cadrà attorno ai 900 metri. Nei giorni successivi ritornerà ad affacciarsi nuovamente un promontorio di Alta pressione, con un rialzo termico nuovamente extra-stagionale. Difatti le temperature massime potrebbero raggiungere anche i 10°C, con un proseguo almeno fino alla festività dell’Epifania.

E l’Inverno?
Per un riitorno a condizioni invernali, probabilmente bisogna aspettare la seconda decade di Gennaio, fino allora sarà solo l’Alta pressione a “comandare” lo scenario-. Il nuovo “splittamento” del Vortice Polare previsto dai maggiori centri di calcolo nella prima settimana di Gennaio, potrebbe rimettere nuovamente in “campo” freddo e neve, con ripercussioni “gelide” anche per le Orobie.

Porro Fabio, collaboratore Orobie Meteo