E’ prevista per le ore 12 di venerdì da Malpensa la partenza della nazionale azzurra di corsa in , direzione Tirana (Albania), per la 27^edizione dei Campionati Mondiali.

La lista dei convocati è stata resa nota nei giorni scorsi dal CT Raimondo e dal tecnico Domenico Salvi, anche loro bergamaschi e da molti anni alla guida della nazionale più medagliata dell’atletica leggera.

Fra gli atleti, l’unico selezionato è il 23enne di , Alex , che dopo il sesto posto ai Campionati Europei in terra turca del luglio scorso ed il quinto posto finale nella classifica di Campionato Italiano si appresta così a vestire la sua seconda maglia azzurra assoluta della stagione.

Inoltre Alex sarà anche l’atleta più giovane della pattuglia, dato, questo, che ben fa sperare per il futuro dei colori bergamaschi nella disciplina.

Alex Baldaccini è in forze al Gruppo Sportivo del presidente Gianfranco Baldaccini padre ed allenatore di Alex, piccola società che alla corsa in montagna si è dedicata con impegno e passione fin dalla fondazione nell’anno 2000 e che raggiunge con questa convocazione la quinta maglia azzurra della sua storia, traguardo invidiabile; tuttavia le difficoltà per andare avanti sono sempre maggiori e gli sponsor sempre più fondamentali per raggiungere questi traguardi.

Le aspettative sulla nazionale sono alte, visto che l’Italia è da sempre la nazione di riferimento a livello internazionale del movimento della corsa in montagna ed è parsa l’unica in grado di contrastare l’avanzata dell’Africa che negli ultimi anni è sempre più forte. Si riparte per cui dalle quattro medaglie conquistate nella rassegna iridata dello scorso anno in Slovenia e perché no, anche con l’obiettivo di risollevare le sorti dell’atletica azzurra dopo il disastroso mondiale su pista di Daegu.