baitoneSi tiene domani, al bivacco Zamboni, sopra il rifugio «» di Mezzoldo (lungo la che porta al ), la tradizionale festa della organizzata dalla sezione Cai dell’alta . Per l’occasione dovrebbe essere siglato l’accordo tra il Cai e l’Ente regionale servizi agricoltura e foreste (Ersaf) della Lombardia per il recupero del baitone d’Azzaredo, la struttura posta poco a valle del , lungo il sentiero 102, che la sezione del Club alpino dell’alta valle vorebbe trasformare in rifugio. «La – spiega il presidente del Cai dell’alta valle Gianni Molinari – si prenderebbe in carico il baitone per sistemarlo quindi verrebbe ceduto in concessione al Cai per la gestione. Proprio l’Ersaf ha già sistemato l’acquedotto per le all’Azzaredo mentre il Cai ha rimesso a nuovo il bivacco Zamboni e la cartellonistica per il Giro delle casere, nella conca del rifugio “Madonna delle nevi”».

Secondo le intenzioni di Cai e Regione il baitone di Azzaredo dovrebbe diventare una sorta di «Casa comune», destinata a laboratori didattici per le scolaresche in gita e per valorizzare la vicina area archeologica, ricca di incisioni rupestri. E tra i prossimi interventi del Cai c’è anche la posa di una passerella pedonale nei pressi del rifugio «Madonna delle nevi», sopra il torrente Cavizzola, proprio all’inizio del giro delle casere. Realizzata con il contributo del Bim, sarà lunga 12 metri e consentirà agli escursionisti di superare il torrente, operazione che ora avviene mettendo i piedi in acqua. Il programma della festa di domani prevede alle 10,30 la celebrazione della Messa e alle 12 il pranzo offerto a tutti.

L’Eco di Bergamo

ALBERGHI HOTEL RISTORANTI MEZZOLDO
FOTOGRAFIE IMMAGINI DI MEZZOLDO
ESCURSIONI SUI SENTIERI DI MEZZOLDO