Albaredo, 21 luglio 2010 – La notizia dovrà essere confermata da reperti biologici ma è certo che un gruppo di turisti bergamaschi che rientravano dalla Valtellina ha avvisto un orso appena sotto il nelle , lungo la strada che collega Albaredo a Mezzoldo. L’animale è stato puntato dai fari di un’auto, quindi si è dileguato nel fitto dei boschi. Alcuni dei turisti coinvolti nell’inatteso incontro sarebbero riusciti anche a scattare delle fotografie con il cellulare: negli ambienti del si attende che si facciano vivi in quanto si tratterebbe di una testimonianza attesa dai ricercatori. Frattanto dall’Università di Pavia è giunta una importante conferma: attualmente sui monti tra la Valtellina e la Bergamasca vivrebbe almeno un orso, diverso dal famoso Jj5 di origini trentine, ma anche un piccolo nucleo di lupi, questi ultimi nella parte orientale.

È quello che afferma Alberto Moriggi, ricercatore del dipartimento di Biologia animale dell’Università di Pavia. La presenza sulle Orobie dall’orso bruno Jj5 si è infatti conclusa nella passata stagione estiva, quando il plantigrado è riuscito a ritornare da dove era arrivato e cioè dalla zona Adamello- Brenta in Trentino. In base a segnalazioni ed esami di laboratorio, il nuovo esemplare vivrebbe nel versante Nord delle Orobie, con alcuni sconfinamenti in provincia di Bergamo. Altri reperti riguardano giovani maschi vaganti: questa primavera si sono avuti avvistamenti a Traona, Mello, Ardenno, Buglio, Berbenno e nella frazione di Arquino 2 km a monte di Sondrio. Tutti gli esperti invitano comunque a non creare allarmismo in quanto gli orsi e i lupi difficilmente si avvicinano all’uomo: scelgono invece zone molto tranquille, lontane dal fracasso del traffico e dall’invadenza dei turisti. L’ultimo episodio di attacco da parte di un orso avvenuto ai danni di un pastore della Bassa valtellina, risale alla fine dell’800 in Valgerola.

di Paride Dioli – Il Giorno

Forum di discussione sull’Orso nelle Alpi e Prealpi Orobie