Piazza Brembana – Apre oggi, in via dei Fosà a il primo supermarket dell’alta Valle Brembana, probabile punto di attrazione per un bacino d’utenza di 20 Comuni, 7.000 residenti e soprattutto per altre migliaia di villeggianti. Si tratta di un punto vendita Md, ovvero un discount del gruppo «Lillo spa» di Caserta (gruppo che recentemente ha assorbito gli Ld e oggi aprirà anche un market a Gorlago, i primi due in ).

Con una superficie di circa mille metri quadrati avrà setteotto dipendenti, e per luglio agosto chiuderà solo la domenica pomeriggio (aprirà dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 15 alle 19,30). Un market che, prima ancora di nascere, tre-quattro anni fa, sollevò qualche protesta, tra i piccoli negozianti di Piazza Brembana e dell’alta valle, e la contrarietà di buona parte degli amministratori pubblici. «Così si ammazza il piccolo », si disse. «In realtà noi abbiamo ereditato una decisione già presa dalla precedente amministrazione comunale guidata dal sindaco Roberto Facchinetti – spiega oggi il vicesindaco Michele Iagulli –. Noi l’abbiamo semplicemente gestita. Bloccare quella decisione sarebbe stato impossibile, ormai si era già a uno stato avanzato degli accordi e si rischiava uno scontro legale».

«Noi non abbiamo detto né sì né no alla struttura – continua Iagulli – alla fine l’abbiamo accettata politicamente. D’altro canto è un servizio in più che viene offerto al paese. Molte delle persone che oggi si riforniscono ai supermercati di (l’Md sarà il settimo supermercato da in su), probabilmente ora si fermeranno a Piazza. Certo che può preoccupare i piccoli commercianti, ma è la legge del mercato. A mio parere si tratta di clientela diversa e se ci perderanno è tutto da verificare». «Una struttura di tale grandezza – aggiunge Pierluigi Boffelli, uno dei soci del centro vendita – non andrà per niente a combattere con i piccoli negozianti. È una cosa diversa: tratterrà in alta valle una clientela che già ora frequenta o i centri commerciali in genere. La gente è contenta: ora avrà il servizio in paese».

«Lo si è detto all’ultima riunione dei negozianti – spiega Danilo Donati, titolare di “Le delizia della natura”, rivendita di frutta e verdura –. L’ultima cosa che serviva in questo momento a Piazza Brembana era un supermercato, c’erano ben altre cose da fare. Ma arrivati a questo punto è inutile fasciarsi la testa prima del tempo. Punteremo sulla qualità, su un certo tipo di prodotto come abbiamo sempre fatto. Inutile, ovviamente, pensare di competere sulla quantità dei prodotti, sarebbe controproducente. Vediamo cosa succederà».

Giovanni Ghisalberti – L’Eco di

Hotel, Alberghi, Ristoranti e Appartamenti Piazza BrembanaFotografie Piazza Brembana
EscursioniManifestazioniCartoline antiche