alpini-san-marco, domenica con le penne nere e valtellinesi. Domenica gli bergamaschi e valtellinesi, e con loro tante altre penne nere, si incontreranno al passo San Marco per uno dei momenti più intensamente vissuti della vita «scarpona» di ogni anno. Gli ribadiranno ancora una volta il solenne impegno ad accorrere laddove si chiama per dare una mano generosa a coloro che ne hanno bisogno, nel ricordo dei «veci» che caddero sui fronti dei due grandi conflitti mondiali e per l’omaggio ai «bocia» ora impegnati sui fronti di pace.

Organizzano l’incontro i gruppi di , con capogruppo Bruno Paternoster, per la , e di Albaredo, con capogruppo Nevio Ravelli, per la . Si è alla 33ª edizione della manifestazione. L’idea nacque in Valle e trovò subito risposta nella Valtellina. Nessun proclama, nessun battage pubblicitario, semplicemente i responsabili del tempo dei due gruppi lanciarono un passaparola: noi la tal domenica ci incontreremo al passo per la celebrazione di una Messa di ricordo dei nostri Caduti. Poche decine di penne nere nei primi anni del raduno e poi una partecipazione a crescita esponenziale che non si è più arrestata. Si arriva ogni anno alle mille presenze alpine e a una folla di escursionisti che vogliono partecipare al raduno, tutti insieme per vivere un momento semplice, nel genuino spirito degli alpini che non amano le troppe chiacchiere. Il programma: alle 10,30 ammassamento degli alpini e degli escursionisti nei pressi del valico, quindi cortei che, partendo dai due versanti, si incontreranno al passo; a seguire i discorsi delle autorità e la celebrazione della Messa a ricordo dei Caduti. Si concluderà con rancio e canti di festa.

Sergio Tiraboschi – L’Eco di Bergamo